Elezioni, Latrofa: "Ecco il nostro piano sulla cultura"

raffaele_latrofa_

Raffaele Latrofa e Pisa nel cuore credono fermamente che la cultura sia uno degli elementi qualificanti della nostra città, non a caso da oltre un anno abbiamo avviato un ciclo di incontri chiamato “riscopriAMO Pisa”, in cui sono state coinvolte oltre 500 persone per visitare luoghi e musei importanti di Pisa. Il nostro prestigioso Ateneo attrae studiosi e studenti da tutta Italia, ma non solo. È necessario mettere a sistema tutte le intelligenze ed eccellenze che circolano a Pisa. La cultura inoltre può generare un valore economico importante e svolgere un ruolo sociale anche nel recupero di aree degradate. Ecco dunque il nostro piano per la cultura.

MUSICA E CINEMA – Raffaele Latrofa inizia parlando di due temi quali il cinema e la musica: “Vogliamo che Pisa sia città del cinema, per farlo predisporremo una struttura che sia in grado di offrire servizi alle aziende che vogliano sviluppare una propria produzione cinematografica in città attraverso azioni di credito di imposta (tax credit) e detassazione degli utili (tax shelter). Allo stesso modo vogliamo che Pisa sia città della musica e svilupperemo un auditorium musicale con una convenzione con il liceo musicale per creare un polo su Pisa. Sempre riguardo alla musica, organizzeremo un festival itinerante nei palazzi storici del lungarno, valorizzando l’attrattiva della città rispetto agli artisti internazionali che amano Pisa e l’Italia. Dobbiamo anche guardare a cosa succede fuori città: a Lucca si organizzano eventi come il Lucca Comics o il più recente Summer Festival. Finora a Pisa abbiamo fatto molto peggio, ma il nostro obiettivo è quello di fare molto meglio. Sempre a proposito di eventi, in questo senso riqualificheremo anche il Cinema Tetro Nuovo per fare in modo che divenga un polo capace di ospitare manifestazioni musicali e teatrali nel corso dell’anno.”

SPAZI E CONVENZIONI – Latrofa conclude proponendo altre importanti idee sulla cultura: “Avere strutture che siano in grado di ospitare eventi culturali è fondamentale. È per questo che ne realizzeremo una in grado di pianificare 100 microeventi distribuiti sul territorio comunale in modo da riqualificare ogni area. Abbiamo previsto anche di concedere ulteriori spazi tipo murales di Keith Haring coinvolgendo artisti da strada internazionali e nazionali per riqualificare attraverso azioni di illuminazione e miglioramento dell’arredo urbano i luoghi degradati della nostra città. Senza contare il nostro progetto di Pisa Card per combattere il turismo mordi e fuggi e che, per quanto riguarda i luoghi della cultura nostrana da visitare, comprenderà anche numerosi eventi settimanali. Chiudo dicendo che stipuleremo una convenzione con le Ferrovie dello Stato per poter usufruire del dopolavoro ferroviario e delle strutture oggi disponibili sopra la stazione. ”

Fonte: Pisa nel Cuore - Lista civica

Tutte le notizie di Pisa

<< Indietro
torna a inizio pagina