Porcilaia di Torre a Cenaia, associazioni lanciano appello a sindaci e assessori

porcilaia cascina torre

Le associazioni Orizzonte Comune Crespina-Lorenzana; Legambiente Valdera; Ri-Creas Cascina, Le Fionde Cascina, Eliantus Ponsacco, hanno lanciato un appello ai sindaci Crespina-Lorenzana, Calcinaia, Casciana Terme-Lari, Cascina, Collesalvetti, Fauglia, Ponsacco, per la Valutazione di Impatto Ambientale della porcilaia di Torre a Cenaia, procedimento aperto a luglio, per l'allevamento intensivo la cui area di influenza, in termini di emissioni in atmosfera, nel suolo e nelle acque, si estende su tutti i comuni in indirizzo.

Le associazioni che operano nel territorio, rivolgono ai sindaci e agli assessori all'ambiente un appello affinché siano presentate osservazioni, entro la data tassativa del 29 settembre, in modo da tutelare la salute dei cittadini che potrebbe essere compromessa da un funzionamento non adeguato della struttura, che per le dimensioni, il numero di animali (oltre 15.000) e la permanenza da oltre 40 anni nel territorio, è più simile a un insediamento industriale che a una azienda agricola. In molte delle frazioni indicate nella cartina allegata, si sentono da tempo, ad ogni ora del giorno, forti maleodoranze spinte dalle brezze; non sono i buoni odori della campagna ma gas che possono contenere sostanze nocive. Non si conosce lo stato delle falde nell’area occupata dall’azienda, da cui viene prelevata con 3-4 pozzi da Acque SpA acqua potabile consumata dai cittadini.

Si legge nell'appello lanciato dalle associazioni che la Regione ha sospeso con Decreto n. 13386, alla società che gestisce l’allevamento, l’Autorizzazione Integrata Ambientale a causa delle “accertate e reiterate inottemperanze già oggetto di Diffida n. 1234 del 1 febbraio 2018”, diffidando la società a proseguire l’attività di allevamento intensivo dei suini. "La VIA comunque prosegue, e per questo è importante che vengano formulate osservazioni a garanzia della salute pubblica e della tutela dell’ambiente, nella previsione che la struttura ottenga nuovamente le autorizzazioni".

Di seguito il testo dell'appello

Tutte le notizie di Cascina

<< Indietro
torna a inizio pagina