Bibliolandia senza confini per disseminare libri e raccogliere nuovi lettori

Bibliolandia (1) [1280x768]

Un progetto ed una lotta che non conoscono confini. Contro le impietose statistiche nazionali che indicano gli italiani come un popolo di non lettori (se è vero che 6 italiani su 10 non hanno letto neppure un libro negli ultimi 12 mesi), arriva per fortuna la grande squadra di Bibliolandia ad inventare, proporre, disseminare iniziative ed eventi in tutta la Valdera (e non solo), per avvicinare quante più persone possibili al fantastico, affascinante e meraviglioso mondo della letteratura.

L’ingegnoso e creativo piano studiato dalla Rete Bibliolandia è stato illustrato nel corso della conferenza stampa che si è svolta presso l’Unione Valdera e alla quale hanno preso parte il Presidente nonchè Sindaco delegato, Lucia Ciampi, il Responsabile della Rete Bibliolandia, Roberto Cerri e il Segretario della Rete, Massimiliano Bertelli.

Bibliolandia vanta un numero di lettori attivi che da 4 anni a questa parte si attesta tra le 20.000 e le 21.000 unità, ovvero circa il 7% della popolazione che usufruisce dei servizi bibliotecari e scolastiche che formano la rete.

“Con il finanziamento ottenuto dalla Regione Toscana per il progetto Disseminare Libri per Raccogliere Lettori – dichiara la Presidente Lucia Ciampi – vogliamo dare un ulteriore spinta alla promozione della lettura, specialmente per quelle fasce di popolazione che non leggono abitualmente. Vogliamo creare occasioni d’incontro ed iniziative per far scoprire loro quanto sia irrinunciabile il mondo della letteratura. Per questo ci siamo affidati alla creatività e all’impegno dei tanti operatori della Rete Bibliolandia, che ringrazio di cuore per la loro dedizione e il loro lavoro, in modo da mettere insieme un cartellone di eventi in grado di avvicinare alla lettura quante più persone possibili”.

Un importantissimo aspetto di questo progetto che coprirà tutto il territorio provinciale, riguarderà infatti ben 25 comuni, e proporrà oltre 50 eventi che si svolgeranno da Settembre a Novembre 2018, è quello della bibliodiversità, ovvero di tutti gli attori che circolano attorno al mondo dei libri, editori, associazioni culturali, cooperative, librerie. “Con questi soggetti – spiega Roberto Cerri – abbiamo deciso di stringere un patto per consolidare la filiera del libro e promuovere la lettura creando occasioni particolari d’incontro anche in luoghi dove normalmente non si trovano volumi da leggere”.

E se la BiblioApe farà da supporto a molti di questi eventi, ma continuerà anche a raggiungere i luoghi più remoti della Provincia per portare i servizi della rete, tantissime sono le iniziative in programma che saranno aggiornate di volta in volta sul sito di Bibliolandia (bibliolandia.comperio.it). Si va da canoniche presentazioni di libri di autori locali a letture improvvisate e impreviste in luoghi inconsueti, da letture collettive di testi a creazioni di scaffali di bookcrossing permanente, da mercatini volanti di libri usati a scambi gratuiti di libri, da produzione proiezione di spot promozionali a presentazioni di personaggi di libri.

E tutto questo in territori che vanno dalla B di Bientina alla V di Volterra (per la precisione Bientina, Buti, Calci, Calcinaia, Capannoli, Casciana Terme Lari, Cascina, Chianni, Crespina Lorenzana, Lajatico, Montopoli, Palaia, Peccioli, Pisa, Pomarance, Ponsacco, Pontedera, Riparbella, San Giuliano Terme, San Miniato, Santa Luce, Santa Maria a Monte, Terricciola, Vecchiano, Vicopisano, Volterra) e con l’aiuto di quasi 40 soggetti che assieme alla rete Bibliolandia si faranno promotori di questi eventi come editori, associazioni culturali, amici delle Biblio, compagnie teatrali, cooperative e associazioni ambientaliste (eccoli nel dettaglio: ArtEventBook edizioni, Associazione 46° Parallelo, Associazione AMIC, Associazione Amici della Biblio di Vico, Associazione Amici SMS Biblio Pisa, Associazione Aperture, Associazione ARCI Valdera, Associazione Artemide, Associazione Bubamara,

Associazione CIF di Vicopisano, Associazione Eumazio, Associazione Fuori dal Guscio, Associazione Il cavallino di Monterufoli, Associazione Il Gabbiano, Associazione La Conchiglia di Santiago, Associazione Olifante, Associazione Sagra del Cinghiale di Chianni, Barometz edizioni, CoopCulture, Cooperativa Eda Servizi, Cooperativa Itinera, Cooperativa Microstoria, Cooperativa PAIM, Giovane Africa edizioni, LegAmbiente, Libreria dei Ragazzi di Pisa, Libreria Il Quadrato Magico di Ponsacco, Libreria Roma – Ubik di Pontedera, Tagete edizioni).

Tramite queste azioni ed eventi che Bibliolandia stima coinvolgeranno circa 4000 persone dai bambini, agli anziani, ai migranti, si punta ad aumentare in maniera significativa il numero di utenti attivi della rete.

“Un’altra fase importantissima di questo progetto è infatti quella del monitoriaggio – spiega Massimiliano Bertelli – che sarà elaborata dalla Segreteria della Rete. Ci attendiamo un +4% di lettori attivi nel 2018, più persone che frequenteranno le biblioteche e una crescita dei volumi di libri trasportati fino al 7-8%”.

Il progetto però non si fermerà qui, è infatti prevista un’evoluzione dello stesso che porti ad allargare ancor più la rete di partenariato di Bibliolandia.

Insomma tutti impegnati per fare in modo che i libri siano accessibili a tutti e che tante persone che adesso non leggono, provino perlomeno a sfogliare qualche pagina, se non altro, come cantava Jannacci “per vedere l’effetto che fa”.

Tutte le notizie di Pontedera

<< Indietro
torna a inizio pagina