Mondiali di volley, un po' di Montopoli in finale grazie a Carlotta Cambi

(foto da Facebook)
(foto da Facebook)

L'Italia del volley femminile è in finale ai Mondiali. Oggi, venerdì 19 ottobre, le azzurre del ct Mazzanti hanno sconfitto 3-2 al tie-break la Cina in semifinale alla rassegna in Giappone e incontreranno la Serbia nella finalissima. Tra le italiane spicca anche un nome noto nel Comprensorio del Cuoio, vale a dire Carlotta Cambi. Nata nel 1996 a San Miniato, ma cresciuta a Montopoli in Val d'Arno, Cambi fa la palleggiatrice a Bergamo, ma seppur giovanissima è considerata un talento ed è stata chiamata in azzurro.

Oggi non è partita nel sestetto titolare, ma è entrata a gara in corso e si è fatta valere. Chissà che per lei non possa esserci più spazio domani alle 12.40 italiane, quando alla Yokohama Arena Italia-Serbia varrà il titolo di campioni del mondo. Montopoli è in fibrillazione per la sua campioncina, che a soli ventidue anni salirà, comunque vadano le cose, su uno dei due gradini più alti del mondo. La speranza che è possa issarsi quanto più in alto possibile.

La scorsa estate Carlotta Cambi è stata pure ricevuta in municipio dal sindaco Giovanni Capecchi e ha ricevuto un dono dal Comune, dando in cambio una maglia della Nazionale. Un regalo che, a distanza di pochi mesi, pare benaugurante. L'in bocca al lupo a Cambi e alle ragazze azzurre arriva da Montopoli e da tutta Italia.

Tutte le notizie di Volley

<< Indietro
torna a inizio pagina