Calcio Sociale a 'All in for all': "Collaborazioni per il futuro e incontri importanti"

calcio_sociale_all_in_for_empoli_2018_11_06_2

Dopo le recenti avventure fuori dalla Toscana, il Calcio Sociale di Empoli ha recitato di nuovo un ruolo da protagonista, stavolta a pochi passi da casa.

Domenica 2 e lunedì 3 dicembre si è tenuto 'All in for all' alla Fondazione Spazio Reale di Campi Bisenzio. In questi due giorni si è tenuto un network di attività tra realtà di tutta Italia, in cui la prospettiva principale era incentrata sull'inclusione. I concetti di equità e uguaglianza sono stati protagonisti, così come ragazzi e ragazze dai 14 ai 65 anni che hanno portato le loro esperienze, sportive e non.

Juri Stabile, responsabile del progetto a Empoli, e la 'squadra' del Calcio Sociale hanno vissuto due giorni importanti, a contatto con circa ottanta tra giovani e studenti, anche universitari: erano presenti, infatti, istituti di Campi Bisenzio, ma pure di Arezzo, Firenze, Prato e Spello (Umbria), oltre a educatori, docenti e studenti dagli atenei di tutta la penisola. Tra baskin, tchoukball e altri sport, questo modo speciale di vivere il pallone ha centrato l'obiettivo, dato che molti hanno mostrato interesse per il Calcio Sociale.

"Un evento importante per il Calcio Sociale di Empoli", afferma Stabile, "dove abbiamo conosciuto tante bellissime realtà con cui costruire collaborazioni nel futuro. Soprattutto incontri importanti per i nostri ragazzi, nuove amicizie, sorrisi, abbracci che fanno comunità". L'evento 'All in for all' ha avuto come propulsore Special Olympics, di cui realtà come il Calcio Sociale non fanno parte ma con cui potrebbero 'collaborare': "L'idea è quella di poter creare una rete dove poter stare e agire in futuro".

Molti sono gli aneddoti positivi riguardo la due giorni: "Una ragazza, che non aveva mai giocato a calcio e lo reputava uno sport 'maschilista' ha preso la parola l'ultimo giorno e ha detto 'il calcio non mi piace, il calcio sociale sì'. Poi una coppia di persone con sindrome di down, che aveva sempre mal visto il pallone, è scesa in campo mano nella mano e si è divertita tantissimo".

'All in for All' è un evento a cura di All Stars Arezzo e Special Team Prato, con il sostegno di Fondazione Spazio Reale, Crida, Comune di Campi Bisenzio, Special Olympics Italia Team Toscana, Synergy, Csi Solidarietà e col patrocinio di Anci Toscana, Asl, Unifi, Senato, Asir Toscana, Federazione Nazionale Associazioni Trauma Cranico e Regione Toscana,. Tra i finanziatori anche il progetto Polis della Cooperativa Il Piccolo Principe di Empoli, dietro a cui c'è una bella storia. Polis infatti vede protagonista proprio il Calcio Sociale, il progetto è finanziato da Oxfam Italia con il supporto economico della Fondazione Burberry.

Gianmarco Lotti

Tutte le notizie di Empoli

<< Indietro
torna a inizio pagina