Alla Galleria Liba di Pontedera la mostra personale dell'artista Alessandra Bonoli

Alessandra Bonoli

La Galleria Liba di Pontedera (Pisa) con il patrocinio del Comune di Pontedera propone, dal 15 dicembre 2018 al 10 gennaio 2019, le opere di Alessandra Bonoli. Diplomata all'Accademia di Belle Arti di Bologna nel 1979, dal 1978 partecipa a numerose esposizioni collettive e personali sia in Italia che all'estero. Imateriali che utilizza sono il ferro e l'acciaio ossidati o smaltati, la pietra, la terracotta e il cemento colorato. Sue installazioni permanenti si trovano a Riva del Garda Tn, Gubbio Pg, Siderno Re, Faenza Ra, Corno di Rosazzo Ud, Punta Marina di Ravenna, Mirabello Fe, Tirolo, Lugo Ra, Spoleto Pg, Tortolì Og, Aalen D.

La scultura di Alessandra Bonoli è una scultura straordinaria perché fa vedere come oggi, un'opera tridimensionale, possa essere non solo contemporanea, ma aderente alla nostra realtà di vita. Molte volte si confonde scultura, con tutto il rispetto, con gli assemblaggi e con l'installazione. Lei, è chiaro che fa installazione e che assembla ma, scolpisce e, quindi, lavora la materia in togliere, in aggiungere ; si avvale anche dell'assemblaggio e dell'installazione ma, prima di tutto, nasce come scultrice. Ha dei progetti a parete che sono meravigliosi, quindi, anche la capacità del progetto è fondamentale, in un mondo in cui il disegno non esiste più. Per fortuna ci sono persone che sanno che cos'è il disegno, cosa sono anche gli assemblaggi materici su una superficie bidimensionale, quindi, dei collage ed è tutto legato alla geometr ia. La sua è una geometria dell'anima, con le sue triangolazioni, i suoi cerchi, i suoi rettangoli. Il triangolo è l'elevazione, il quadrato o il quadrilatero sono la solidità, il cerchio è l'infinito, quindi, la perfezione e lei li usa tutti con facilità anzi, li connubia. E poi ha una sigla. Quando si vede un'opera sua nelle cromie, nelle forme geometriche, nelle stilizzazioni, nella sintesi estrema si pensa, quella, è Alessandra Bonoli

Intervista ad Enzo Dall'Ara, da "Alessandra Bono/i: 40 anni d'artista" You Tube 27 ottobre 2018

 Alessandra Bonoli mi ha sempre colpito per la perseveranza per cui ha portato innanzi la sua ricerca. lo la conosco sin dalla fine degli anni settanta e, quindi, ho potuto valutare, nel corso di quasi quarant'anni, la sua tenuta come artista, come ricercatrice di forme sintetiche capaci di aggredire lo spazio, di colmare quel dissidio che c'è fra il vuoto e il pieno. Quindi, la sua capacità di animare un'idea di scultura nel contemporaneo, che vuol dire mutare sempre forme all'interno di una stessa idea, ossia articolare con le sue forme, che una volta erano fatte con la terracotta, poi col ferro o con altri materiali, una concezione mutevole, dinamica nello spazio in cui la scultura si colloca, con grande attenzione anche nei confronti dell'idea ambientale . Quindi non è solo una scultrice da interno ma, l'aspirazione di Sandra, è sempre stata quella di collocarsi nello spazio totale, nello spazio del paesaggio, nello spazio della città, in uno spazio in dialogo costante con quella che è l'energia delle forme che quotidianamente noi sperimentiamo. Quindi una scultura conoscitiva che interpreta la dimensione dell'ambiente e che rimane molto legata al suo racconto interiore e questo è molto importante nell'opera della Bonoli. Un racconto fatto di forme taglienti, di forme svettanti, di forme che risuonano e che riescono a evocare anche spazi ancestrali. C'è molta cultura anche di altre culture, nel lavoro della Bonoli, cioè riferimenti alla dimensione totale del nostro essere nel mondo e, quindi, spesso ci sono evocazioni di culture di altri popoli, che qui adesso non sto a definire, ma è molto importante sottolineare questo aspetto.

Intervista a Claudio Cerritelli, da "Alessandra Bono/i: 40 anni d'artista" You Tube 27 ottobre 2018

SCHEDA TECNICA

Artista: Alessandra Bonoli

Periodo: 15 dicembre 2018 - 10 gennaio 2019

Inaugurazione: Sabato 15 dicembre 2018 ore 18,30

Sede: Galleria Liba - Via Giordano Bruno 9, 56025 Pontedera PI Ingresso: giovedì, venerdì e sabato dalle 17 alle 19,30

Telefono: +39 347 2320947  E-mail: gallerialiba@gmail.com Website: www .gallerialiba.com

Fonte: Ufficio stampa

Tutte le notizie di Pontedera

<< Indietro
torna a inizio pagina