Ue e fondi europei, Rossi in tour nell'Aretino

Quarta tappa in provincia di Arezzo, mercoledì 10 gennaio 2019, del tour che il presidente della Regione Enrico Rossi sta facendo in Toscana per raccontare l'Europa che aiuta ed è vicina ai territori, l'Europa che qualcuno racconta come lontana e vive invece attorno a noi, l'Europa non solo veti e burocrazia ma che declinata in piani regionali porta sviluppo, coesione sociale e molti altri vantaggi.

L'euroscetticismo cresce. Rossi contrappone la sua contronarrazione: "per dovere istituzionale e onestà intellettuale" ha spiegato fin da novembre quando il viaggio è partito. L'Europa può essere migliorata e in parte andrebbe cambiata. "L'Europa che non mi piace – aveva sottolineato Rossi poche settimane fa a Prato – è quella dove domina troppo il mercato e dove le aziende possono spostare le loro produzioni approfittando di salari più bassi e dumping sociale. Delle due gambe su cui l'Europa è nata vorrei più forte quella della coesione sociale. Ma la soluzione non può essere quella di tornare indietro alla ricetta del piccolo e bello".

L'Europa vive nei sostegni all'agricoltura o alla ricerca, al fianco delle aziende innovative capace di fare da traino allo sviluppo economico dei territori, nella difesa dell'ambiente e della mobilità sostenibile, nel rendere più belli, attraenti, sicuri e funzionali i quartieri di città e paesi. Senza queste risorse la Toscana (e tutta l'Italia) sarebbe meno sviluppato, meno dinamica e meno coesa. Secondo però l'Eurobarometro il 60% degli italiani non conosce i fondi strutturali dell'Unione Europea e, tra chi sa di cosa si tratta, l'80% pensa che siano inutili. Occorre dunque raccontare l'Europa in Toscana.

Il viaggio di Rossi in provincia di Arezzo inizierà la mattina alle 9 all'istituto comprensivo Marcelli a Foiano della Chiana, perché l'Europa vuol dire anche rapporti tra scuola e mondo del lavoro e corsi di formazione. Alle 10, sempre a Foiano, Rossi farà visita alla Ilapack, azienda che realizza imballaggi. Quindi alle 11.30 sarà alla Aec illuminazione a Subbiano. Nella sosta alla Cantina vini tipici dell'aretino ad Arezzo, altra beneficiaria dei fondi europei, è prevista alle 12.45 una conferenza stampa.

Il tour proseguirà poi con la visita della Fortezza e di piazza Grande, luoghi della città che saranno riqualificati grazie al Pius finanziato anche con i fondi europei. Le ultime due soste saranno all'azienda Zeus di Bucine alle 16.30 e alla Artelinea di Cavriglia alle 17.30.

Sul sito della Regione Toscana è stata predisposta una pagina, www.regione.toscana.it/tour-europa-toscana, che raccoglie tutte le schede dei progetti finanziati.

Fonte: Regione Toscana - Ufficio stampa

Tutte le notizie di Arezzo

<< Indietro
torna a inizio pagina