Landi Confezioni e Bruno Manetti Cashmere a Pitti Uomo 95, storie di successo dall'Empolese

Bruno Manetti intervistato da gonews.it
Bruno Manetti intervistato da gonews.it

Due brevi racconti delle aziende dell'Empolese che 'ce l'hanno fatta' e sono riuscite a stabilirsi sul grande palcoscenico che è Pitti Uomo 95. Dalla Fortezza da Basso Chiarastella Foschini ha intervistato Simone Landi (Landi Confezioni di Empoli) e Bruno Manetti (Bruno Manetti Cashmere).

Landi Confezioni è specializzata in impermeabili, cappotti, giacchetti in pelle sin dal 1948. L'azienda lavora su vari brand con rivisitazione dei capi d'epoca di nonno Landi. Particolare attenzione al lavoro sui tessuti e sull'attualizzazione delle linee. Simone Landi è rimasto piacevolmente soddisfatto della vetrina fiorentina : "Una stagione decisamente positiva, contrariamente alle aspettative. I clienti hanno pure 'azzardato' e fatto dei buoni ordini direttamente qui".

La Bruno Manetti Cashmere come collezione a nome del creatore esiste dal 1995. È specializzata nella maglieria di livello medio-alto, "perché il Made in Italy di lusso è quello più apprezzato", spiega il fondatore.

Bruno Manetti è alla sua terza partecipazione a Pitti: "Ci divertiamo molto, è un modo per farci vedere, ci apre a tutto il mondo. In questi 4 giorni possiamo incontrare veramente tante persone. Entrano più stranieri, asiatici (Cina, Giappone, Corea), anche molti russi ed europei, in particolare da Germania e Benelux".

Tutte le notizie di Firenze

<< Indietro
torna a inizio pagina