Al Minimal la stagione riprende con Kore Kore

thumbnail_kore kore 3

Al Minimal teatro di Empoli riprende la stagione mercoledì 16 gennaio con lo spettacolo dei padroni di casa, una nuova produzione della compagna Giallo Mare Minamal Teatro Kore Kore di Francesco Niccolini, con Vania Pucci, immagini Ines Cattabriga, luci e suoni Saverio Bartoli.

Quello di Demetra e Persefone è uno dei grandi miti classici: figlia di Zeus e Demetra, Persefone, la fanciulla che cresce tra i fiori che per lei la madre fa spuntare ovunque, viene rapita da Ade, sovrano dell'al di là che la vuole come sposa.

Il rapimento ha conseguenze nefaste per tutti: la madre si infuria, comincia a vagare per il mondo disperata e per punire la complicità tra Ade, Zeus e gli altri dèi che non la aiutano a ritrovar la figlia, rende la terra sterile. Sull'Olimpo tutti soffrono quella carestia così tremenda, perché nessun umano offre più sacrifici né preghiere agli dèi; mentre nell'al di là, dopo un primo momento di passione e felicità dei due sposi, Persefone rimpiange la madre e comincia a fare capricci, provocando il malessere di Ade e di tutte le anime dei defunti. E nessuno riesce a trovare la soluzione...

Sarà lunga e tortuosa la strada che tutti i protagonisti di questa vicenda dovranno percorrere perché nei tre regni torni l'equilibrio, eppure il frutto finale di questa sofferenza sarà un regalo splendido per la terra: le stagioni che da allora in poi cominciarono a rincorrersi senza sosta.

Kore, la fanciulla che diventata sposa viene chiamata Persefone, è una storia bellissima e piena di sfaccettature, misteri e ambiguità. È impossibile non leggerci dentro qualcosa che ci è già accaduto e che in verità ci accade regolarmente, tra amore e disamore, paura delle partenze e dei distacchi, voglia di rimanere, passione, gelosia e molto altro. È un autentico manuale dei sentimenti divini, ma dato che noi siamo fatti a loro somiglianza, o forse loro, gli dei, sono stati disegnati a nostra somiglianza, ecco che mai come in questa storia è facile scoprire pezzi delle nostre vite. Con ironia, disincanto, disperazione, nostalgia: ognuno decida quello che preferisce. L'importante è non dimenticare di portare con sé una moneta: capirete presto perché.

La rassegna Teatro contemporaneo prosegue lunedì 28 gennaio con Pellicole di Officine Tok con Elisabetta Dini e la regia di Ines Cattabriga; mercoledì 6 marzo Icaro caduto di Armanaxa Teatro; mercoledì 20 marzo Andromaca da Euripide con i Sacchi di Sabbia e Massimiliano Civica; mercoledì 3 aprile Scherzo ma non troppo dei Gogmagog e per finire lunedì 15 aprile Hotel Miramare coproduzione italo-rumena Catalyst e Tam Teatrul Andrei Maresanu.

Una panoramica di giovani compagnie del teatro contemporaneo, compagnie consolidate italiane e straniere e artisti toscani che portano i loro spettacoli in tutta Italia.

Tutte le sere di spettacolo per Teatro contemporaneo il Minimal Teatro sarà aperto dalle 20.00 per l’apericena, biglietto spettacolo e apericena € 10; biglietto solo spettacolo € 8.

Per informazioni è possibile rivolgersi a  Giallo Mare Minimal Teatro(via P.Veronese, 10 - Empoli) 0571/81629-83758 o all’ufficio cultura del comune di Empoli 0571757723 o scrivere a info@giallomare.it. Ricordiamo che è gradita la prenotazione.

Il programma delle attività è consultabile sul sito internet www.giallomare.it

La rassegna di Teatro contemporaneo mercoledì 16 gennaio con apericena e spettacolo

Fonte: Ufficio stampa Giallo Mare Minimal Teatro

Tutte le notizie di Empoli

<< Indietro
torna a inizio pagina