Il Prefetto Giuseppe Castaldo visita la Questura di Pisa

20190115 - visita Questura Pisa

Il Prefetto Giuseppe Castaldo oggi, 15 gennaio, ha visitato la Questura di Pisa per esprimere il riconoscente apprezzamento alle donne e agli uomini che, con orgoglio e senso del dovere, indossano la prestigiosa divisa della Polizia di Stato a servizio della Comunità pisana.

Il Prefetto ha evidenziato, tra l’altro, l’impegno della Polizia di Stato sul fronte della sicurezza collettiva che ha assicurato, in una cornice di democrazia e legalità, l’ordinato e regolare svolgimento di eventi e manifestazioni pubbliche, così frequenti nel nostro territorio.

Anche sul tema della gestione dei fenomeni migratori, l’attività della Polizia di Stato garantisce la tutela dei diritti delle persone e delle comunità, facendo prevalere il pieno rispetto della legalità da parte sia di chi è accolto, sia di chi accoglie, contrastando ogni forma di violenza, sfruttamento o discriminazione.

E’ stato evidenziato anche il forte impegno, non nuovo, ma percepito oggi con grande intensità sul fronte della violenza nei confronti delle donne, dei fenomeni del bullismo e cyberbullismo sui quali la Polizia di Stato ha pure conseguito importanti successi.

Sono stati ricordati i risultati ottenuti attraverso i servizi svolti di controllo del territorio, in particolare alla stazione ferroviaria e all’aeroporto di Pisa, contribuendo in tal modo a migliorare la percezione di sicurezza dei cittadini.

Nell’occasione, il Questore Paolo Rossi ha illustrato l’attività dei singoli Uffici, la loro organizzazione e ne ha presentato i Dirigenti e i funzionari, compresi i vertici delle specialità presenti nella nostra provincia.

Il Prefetto ha ringraziato il Sig. Questore per la qualificata collaborazione quotidiana e per la Sua delicata funzione tecnico operativa.

Il Prefetto ha ribadito, a conclusione, la fiducia dei cittadini e delle Istituzioni nella Polizia di Stato, che, in concorso con le altre Forze di Polizia, assicura la solidità del sistema di sicurezza.

Fonte: Prefettura di Pisa - Ufficio Stampa

Tutte le notizie di Pisa

<< Indietro
torna a inizio pagina