Visita a San Miniato per il nuovo prefetto di Pisa Giuseppe Castaldo

prefetto_pisa_giuseppe_castaldo_san_miniato_2019_01_16

Insediatosi lo scorso 18 dicembre, questa mattina il neo prefetto di Pisa Giuseppe Castaldo è venuto a San Miniato per fare visita alla città ed incontrare istituzioni, forze dell’ordine, associazioni e cittadini. Ad accogliere lui e la vice prefetto Roberta Monni, sono stati il sindaco di San Miniato Vittorio Gabbanini insieme alla giunta al completo, ad alcuni consiglieri comunali e al presidente del consiglio comunale Vittorio Gasparri.

Un incontro semplice ed informale quello che si è svolto in Sala del Consiglio e ha visto i saluti del vescovo Andrea Migliavacca, di Massimo Cerbai direttore generale di Crédit Agricole Italia, di Mario Sladojevich della Fondazione CRSM, della professoressa Cristina Giorgi vice preside del Liceo “Marconi”, oltre ai rappresentanti della forze dell'ordine, il maggiore Gennaro Riccardi, il comandante della Guardia di Finanza Umberto Pierro e il comandante della Polizia Municipale Dario Pancanti. Presenti anche Leonardo Rossi dell'Azienda Speciale Farmacie, alcuni coordinatori delle consulte territoriali e molti rappresentanti del mondo associativo.

Dopo una breve visita nelle sale museali del Palazzo Comunale, i saluti istituzionali e il benvenuto a San Miniato, il prefetto ha voluto fare un saluto alla Città. “Lo scopo della mia visita odierna è quello di essere vicino ai sindaci e conoscere le comunità per apprezzarne le bellezze e conoscerne le difficoltà – ha spiegato il prefetto -. Sono convinto che il metodo migliore per affrontare le complessità sia la condivisione: solo con accordi di collaborazione è possibile dare risposte concrete. Conto molto sul sostegno delle amministrazioni locali perché conosco il funzionamento della macchina comunale: dopo due anni nei quali sono stato prefetto a Siracusa, più volte ho ricoperto il ruolo di commissario in vari Comuni, per diverse motivazioni, tra le quali le infiltrazioni mafiose – ha proseguito -. Questo mi ha permesso di capire meglio il punto di vista del sindaco, un ruolo che oggi è molto complesso e che deve essere guidato da passione e competenza. Due sono i principali compiti del prefetto: da un lato assicurare il rispetto dei diritti e dei doveri dei cittadini e dall'altra parte assicurare le coesione sociale – e ha concluso -. Nelle odierne amministrazioni ciò che più conta è dare risposte ai cittadini ed è per questo che, dopo questa visita esplorativa, mi metto a disposizione per ascoltare le richieste e tornare a San Miniato per affrontare insieme i temi che mi sottoporrete”.

Sul tavolo molti argomenti, dalla sicurezza del territorio al sociale, dal mondo della scuola all'analisi economica del tessuto commerciale e industriale cittadino.

“Quella di oggi è stata una visita importante, a un mese circa dal suo insediamento – commenta il sindaco di San Miniato Vittorio Gabbanini -. Ho particolarmente apprezzato le sue parole verso il nostro territorio e la nostra comunità; auspico l’inizio di una importante collaborazione per il futuro, perché il ruolo che le prefetture ricoprono è fondamentale per noi amministratori e per tutto il territorio”.

Al termine della visita il sindaco ha donato al prefetto la cartella istituzionale dedicata ai fratelli Taviani.

Fonte: Comune di San Miniato - Ufficio stampa

Tutte le notizie di San Miniato

<< Indietro
torna a inizio pagina