Incendio Monte Serra: Franceschi ritratta, ma non fornisce scenari alternativi

Incendio sul Monte Serra

Si torna a parlare dell'incendio del Monte Serra del 24 settembre 2018 e di Giacomo Franceschi, il 37enne volontario antincendio di Calci accusato di aver innescato il rogo. Lo stesso Franceschi ha ritrattato le sue dichiarazioni, ma senza fornire una valida alternativa. L'uomo è in uno stato di confusione mentale ancora non risolto.

Per Franceschi è arrivato un no dal giudice estensore del Tribunale del Riesame di Firenze, che chiarisce la risposta negativa alla revoca del carcere con la concessione dei domiciliari. Alla ritrattazione del calcesano non si sarebbe accompagnata una versione alternativa dei fatti. Franceschi ha preso le distanze dal verbale in cui avrebbe ammesso l'episodio, seppur in maniera colposa, ma non ha fornito altri scenari.

Al Tribunale serve una versione alternativa: Franceschi deve chiarire perché si trovava sul luogo del rogo al momento delle prime fiammelle. Il buco nero nel racconto del 37enne rimane. Le novità sono state riportate nell'edizione di oggi, domenica 3 febbraio, de Il Tirreno.



Tutte le notizie di Calci

<< Indietro

pubblicità
torna a inizio pagina