Arte, 'MetroMoebius' alla Biblioteca Umanistica di Firenze

metro_moebius_mostra_foto_2019_02_11

La vita che scorre nella metropolitana di Milano, le atmosfere, gli incontri e le storie dei viaggiatori. Sono questi  i temi degli scatti di Leonardo Brogioni che hanno dato vita alla mostra fotografica “MetroMoebius” che si apre mercoledì 13 febbraio alla Biblioteca Umanistica (ore 17.30 – Sala Comparetti, piazza Brunelleschi, 4).

Le 40 immagini esposte nel Corridoio Brunelleschi rispecchiano il mondo sotterraneo, l’altra metà della metropoli, rappresentata simbolicamente dal nastro di Moebius, una superficie dove il lato superiore e quello inferiore si confondono continuamente.

“L’esposizione, aperta  fino al 2 marzo – spiega la curatrice Lucilla Saccà, del Dipartimento di Storia, Archeologia, Geografia, Arte e Spettacolo – si ricollega, solo come spunto, a un racconto di letteratura fantascientifica  del 1958 scritto dall’astronomo Joseph Deutsch,  “Una Metropolitana chiamata Moebius”, che narra della misteriosa scomparsa di un vagone nella metro di Boston; dal testo  fu poi tratto un film di Gustavo Mosquera, ambientato, invece, a Buenos Aires e carico di significati più politici. In Brogioni, fotografo fiorentino formatosi a Milano, l’analisi è invece di tipo antropologico, introspettivo”. MetroMoebius, che è  stato un radio project ed è disponibile in rete, dove le foto di Brogioni accompagnano i testi di Angelo Miotto, è recentemente stato pubblicato  come libro.

Fonte: Ufficio stampa

Tutte le notizie di Firenze

<< Indietro
torna a inizio pagina