Guardia giurata aggredita al pronto soccorso, Alberti (Lega): "Sicurezza per gli addetti"

Jacopo Alberti
Jacopo Alberti

Solidarietà del consigliere regionale Jacopo Alberti alla guardia giurata aggredita da un marocchino al Pronto soccorso dell’ospedale di Santa Maria Nuova.

“L’ennesimo episodio di violenza da parte di un marocchino in un pronto soccorso ci dimostra che ancora non c’è sicurezza per i lavoratori delle strutture sanitarie e delle stesse guardie giurate in servizio – dice Jacopo Alberti – quel che è accaduto alla Guardia giurata si sarebbe potuto evitare con la presenza di un secondo addetto alla sicurezza del pronto soccorso. La mia solidarietà alla Guardia, che ha evitato che quel soggetto, alterato dall’uso di alcolici, aggredisse un infermiere o un medico o addirittura un altro paziente”.

“Dobbiamo garantire ai lavoratori delle strutture sanitarie e alle guardie in servizio, soprattutto nei turni di notte, la sicurezza. Avevo già parlato dell’introduzione dei Taser e l’istallazione delle telecamere, l’assessore Sacccardi, con la delibera dell’agosto scorso, aveva promesso videosorveglianza, pulsanti antiaggressione, più guardie. Ma non mi pare si a cambiato nulla – conclude Alberti - questi sono i risultati delle promesse del PD”.

Fonte: Ufficio stampa

Tutte le notizie di Firenze

<< Indietro
torna a inizio pagina