Laba, l'ex allievo Giosuè Petrone presenta il docufilm 'Imperdonabile'

imperdonabile_petrone_giosue_laba_2019_02_12

Due ore di confronto per raccontare la nascita, lo sviluppo e la realizzazione del film-documentario “Imperdonabile”: la storia di due dei protagonisti del genocidio del Ruanda, il più grande degli anni ’90 e della storia africana. Giosuè Petrone, ex allievo della Laba di Firenze, ha incontrato gli studenti della Libera Accademia per parlare di cinema indipendente e di crowdfunding cinematografico. Proprio il suo ultimo lavoro – “Imperdonabile”, vincitore di molti premi e riconoscimenti internazionali – è stato finanziato attraverso una raccolta fondi spontanea, che ha permesso di recuperare 35mila dollari che sono serviti per le riprese e il montaggio finale del docu-film. La produzione è iniziata nel maggio 2016 e si è conclusa alla fine del 2017.

“Ho cercato di far capire a ragazzi – spiega Petrone – che per realizzare un progetto cinematografico professionale, come nel mio caso, non servono cifre di grandi dimensioni o case cinematografiche enormi alle spalle. Con una idea valida e un lavoro serio, di ricerca e cura, si possono reperire risorse e ottenere ottimi risultati. Certo, purché alla base ci sia qualcosa di realmente interessante da dire e che l’approccio alla creazione del film sia sempre di alto profilo”.

Il documentario ha ricevuto, tra gli altri titoli, la menzione d’onore al “Best Shorts Humanitarian Award 2017”. Il primo personaggio che compare sullo schermo è Alice, una donna che ha perso sua figlia e una mano a colpi di machete. Il secondo è Emmanuel, l’uomo che l’ha mutilata e che è tornato indietro per chiederle perdono. Un focus su una pagina oscura dell’umanità che Petrone ha mostrato ai giovani della Laba di Firenze, proiettando il docu-film e rispondendo alle loro domande e curiosità. Una occasione preziosa per osservare da vicino la struttura di un team e le modalità di lavoro di un professionista che opera da anni nel settore.

Presto “Imperdonabile” sarà in tour in Europa: tra la fine del 2019 e il 2020, il documentario sarà proiettato nelle principali capitali e città europee. Il docu-film è stato girato e prodotto con la collaborazione di Mar Beth Minnis.

 

Fonte: Ufficio stampa

Tutte le notizie di Firenze

<< Indietro
torna a inizio pagina