Sollicciano, porta droga a un detenuto: fermato dalla penitenziaria

Trovata droga in un pacco destinato a un detenuto di origine albanese nel carcere fiorentino di Sollicciano. A darne notizia è il sindacato autonomo di polizia penitenziaria Osapp. I

Il personale di Polizia Penitenziaria ha evitato la consegna della droga al detenuto, procedendo, successivamente, alle comunicazioni di rito alla competente Autorità Giudiziaria. Il rinvenimento è stato possibile solo grazie all'attento controllo ed al buon operato di coloro che erano addetti al servizio di vigilanza e coordinamento dei colloqui ed anche grazie ad un attento lavoro di osservazione che ogni giorno viene svolto dagli appartenenti al Corpo effettivi che seppur in grave carenza d'organico, espletano il loro lavoro con abnegazione e professionalità. Il Segretario Generale dell’O.S.A.P.P. (Organizzazione Sindacale Autonoma Polizia Penitenziaria) Leo Beneduci aggiunge: "All'esterno del carcere forse non ci si rende conto di cosa significhi il consumo di stupefacenti da parte dei detenuti e quale danno procuri in realtà non solo al personale che è poi costretto a subire insulti e violenza ma anche per la società che riceve dal carcere soggetti non recuperati. Per tale motivi va reso merito al lavoro delle migliaia di Poliziotti Penitenziari che nel continuo rinvenimento di stupefacenti destinati ai detenuti oltre a compiere uno dei loro principali doveri svolgono una funzione di tutela per l'intera collettività."

Tutte le notizie di Firenze

<< Indietro
torna a inizio pagina