Ciclopista dell'Arno, 11 ditte partecipano alla gara su San Miniato

I sindaci del Valdarno Inferiore con l'assessore Vincenzo Ceccarelli
I sindaci del Valdarno Inferiore con l'assessore Vincenzo Ceccarelli

Sono undici le ditte che hanno partecipato alla gara per l'affidamento dei lavori relativi alla Ciclopista dell'Arno e nel giro di qualche giorno sarà istituita la commissione per la valutazione delle offerte e aggiudicato l’appalto secondo il criterio dell’offerta economicamente più vantaggiosa. Il progetto riguarda la realizzazione del percorso ciclopedonale che dalla foce del fiume Arno si sviluppa lungo tutto il suo tracciato fluviale, con l'obiettivo di sviluppare e diffondere la mobilità ciclabile e pedonale e di migliorare i collegamenti tra le diverse zone dei territori comunali, del costo complessivo di 1,4 milioni di euro (oltre Iva), co-finanziato per l'80% dai Comuni di San Miniato e Montopoli.

“San Miniato è il Comune capofila del tracciato che interessa i comuni del Valdarno Inferiore, di Fucecchio e di Cerreto Guidi, un percorso che si sviluppa interamente in sinistra idraulica del fiume Arno ed ha una lunghezza di circa 20 km – spiega l'assessore Marzia Fattori -. Il Comprensorio del Cuoio ha una grande rilevanza nell’ambito del Piano regionale integrato infrastrutture e mobilità (PRIIM), perché attraversato da due delle direttrici principali del piano: la Ciclopista dell’Arno e la Ciclopista della Via Francigena”. Quest'area accoglie anche la stazione ferroviaria di San Miniato-Fucecchio e quella di Montopoli in Val d’Arno–Santa Croce sull’Arno, entrambe inserite all'interno della rete di ciclostazioni idonee a consentire l'interscambio tra treno e bicicletta, proprio grazie alla vicinanza con i due itinerari più importanti del piano regionale.

Nel territorio del comune di San Miniato il tracciato si sviluppa da Ponte a Elsa fino a San Romano, lungo la sponda sinistra del torrente Elsa fino alla pista di servizio ai piedi dell’argine. Prosegue poi attraverso la campagna per circa 1,2 km, attraversando il Rio Dogana, fino ad arrivare al bacino di Roffia. Il tracciato continua su varie strade asfaltate a basso volume di traffico, percorrendo anche un breve tratto coincidente con la via Francigena, fino a San Donato dove si raccorda con la pista ciclabile esistente a margine della via Arginale Ovest, in direzione Montopoli Val d’Arno.

“Il progetto prevede l'introduzione di un servizio di noleggio biciclette automatico destinato a chiunque (residenti, pendolari, pellegrini) sia in possesso di un'apposita tessera – spiega ancora l'assessore Fattori -. Il sistema di bike sharing è previsto nella piazza antistante la stazione, dove l'utente avrà la possibilità di prelevare la bicicletta e riportarla dopo l'uso anche in un'altra ciclostazione collocata lungo il tracciato della Ciclopista dell'Arno”.

"Il progetto sta procedendo in maniera rapida, una volta valutate le proposte e scelta la ditta, i lavori potranno iniziare perché il finanziamento è già stanziato – spiega il sindaco di San Miniato Vittorio Gabbanni –. Si tratta di un'opera importante che va a beneficio di tutto il nostro territorio e che dà un grande incentivo anche allo sviluppo del turismo sulle due ruote, sempre più diffuso soprattutto nella nostra regione. L'amministrazione si sta impegnando moltissimo sul versante del miglioramento dei collegamenti ciclopedonali, basti pensare all'ultimo importante progetto che ha interessato il collegamento tra Molino d'Egola e Ponte a Egola – conclude -. Insieme con gli altri Comuni limitrofi siamo riusciti a mettere in piedi un maxi piano che darà un’importante spinta all’intero territorio, a vantaggio di tutti”.

Fonte: Comune di San Miniato - Ufficio stampa

Tutte le notizie di San Miniato

<< Indietro
torna a inizio pagina