Raccolta alimentare, appuntamento nei negozi Coop del comprensorio

Raccolta alimentare a Empoli
Raccolta alimentare a Empoli

Appello nei negozi Coop del comprensorio per sabato 16 marzo: riparte la raccolta alimentare. Questa raccolta si inserisce in un progetto di territorio finanziato da Cesvot come percorso innovazione anno 2008. Il progetto compie quest’anno 10 anni. Nato per ridistribuire ai cittadini bisognosi ciò che non poteva più essere commercializzato come: alimenti troppo vicini alla scadenza, scatole o barattoli danneggiati esternamente, alimenti preferibilmente scaduti ma che potevano allungare la loro vita di un breve periodo, ecc. Questi alimenti avrebbero costituito uno spreco alimentare che oggi nessun paese può più permettersi. Il progetto viene attualmente portato avanti con il contributo di Auser che provvede alla raccolta e consegna degli alimenti ai punti di distribuzione di Caritas, la società della salute del Valdarno Inferiore ha messo a disposizione un centro raccolta dove vengono depositati i vari materiali gestiti da volontari della Sezione Soci Coop che controllano scadenze e assicurano una buona conservazione dei prodotti stessi, fino alla loro consegna ai punti distribuzione. Qui i volontari dell’associazione preparano i pacchi da consegnare agli utenti bisognosi segnalati anche dai servizi sociali dei Comuni del comprensorio. Inutile dire che dal 2013 effettuiamo questa raccolta alimenti due volte l’anno e la generosità dei cittadini non ha mai tradito le nostre aspettative: abbiamo raccolto circa sei tonnellate di alimenti che ci consentono di integrare i bisogni alimentari delle persone segnalate. Certo i bisogni sono sempre di più, molte sono le famiglie sulla soglia della povertà e non è facile reperire un lavoro che potrebbe consentire loro una parte di autonomia. Con questo progetto siamo comunque in grado di soddisfare almeno alcuni di questi bisogni e cerchiamo di dare una possibilità verso un futuro migliore. Un ringraziamento a tutti i cittadini che vorranno continuare ad aiutare le persone bisognose dei nostri territori.

Fonte: Auser

Tutte le notizie di Zona del Cuoio

<< Indietro
torna a inizio pagina