Trofeo Ferenc Puskás, trionfano ai rigori gli arancioni della Pistoiese

Trofeo Ferenc Puskás pistoiese vincitori 2019_2

È stato vinto ai rigori dagli esordienti della Pistoiese il III Trofeo Ferenc Puskás,organizzato dalla Società Sportiva Signa 1914. La finale, giocata allo Stadio del Bisenzio di Signa, ha visto confrontarsi la Pistoiese e l’Invicta Valdelsa; gli arancioni sono stati in vantaggio per tutta la partita, ribaltata negli ultimi minuti del secondo tempo dall’Invicta-Valdelsa che ha segnato il gol dell’1-1. Ma non è bastato per aggiudicarsi il trofeo: il confronto ai rigori ha sancito la vittoria della Pistoiese.

A premiare la squadra è stato un personaggio d’eccezione: Reka Puskás. La nipote del fuoriclasse di Budapest, arrivata a Signa proprio per l’occasione, ha consegnato ai vincitori insieme a Beppe Bonardi, presidente onorario della Società Sportiva Signa 1914, il premio dedicato al nonno. Il trofeo, una vera e propria opera d’arte, è stato realizzato dallo scultore Piero Ciaramelli.

Ecco la composizione della squadra vincitrice, allenata da Matteo Innocenti: Lorenzo Nunziati, Mattia Avella, Anis Baraoumi, Filippo Campagni, Edoardo Gori, Lorenzo Marinozzi, Davide Chiariello, Begonet Becagli, Samuele Del Zotto, Tommaso Fontani, Matteo Fagotti, Alessandro Rossi, Tommaso Carlucci, Francesco Lepri, Lorenzo Colò.

Il secondo posto è andato all’Invicta Valdelsa, terza la San Donato Tavarnelle, quarti i canarini della SS Signa 1914. Alla premiazione era presente anche Vasco Brogi vice presidente del Comitato Regionale Toscano Figc che ha consegnato il gagliardetto dell’associazione a Reka Puskas e al sindaco della città ungherese di Csurgó János Füstös. Quest’anno infatti il trofeo dedicato al nome di Puskás, è diventato internazionale: tra le otto squadre della categoria esordientiche vi hanno partecipato vi era anche una squadra ungherese in rappresentanza della città di Csurgó.

Il Trofeo Puskas ha portato a Signa tanto sport ma non solo. Con la squadra dei giovani giocatori ungheresi è arrivata una delegazione della città di Csurgó per un incontro con il Comune di Signa finalizzato alla definizione di un patto di amicizia, in vista di unfuturo gemellaggio. La delegazione era composta da János Füstös, sindaco di Csurgó, sua moglie Judit Ábrahám Fustös direttrice della scuola Mihály Csokonai Vitéz,István Káplárdirettore per lo sviluppo, Mihály Galbasindaco della cittadina di Bolhás. Insieme a loro anche una delegazione dell’associazione internazionale Winkche si occupa di cultura, arte e sport, composta dal presidente Xiang Weicon sua moglie Chenfeng Huang, e dai vice presidenti Edit SzékelySzamódy Zsolt Olafcon sua moglie Magdolna Dr. Győry.

L’iniziativa, è stata organizzata dalla Società Sportiva Signa 1914con la collaborazione dell’associazione signese Pollicino Onlus, che ha reso l’evento di valenza sociale oltre che sportiva, e ha avuto il patrocinio di: Regione ToscanaCittà Metropolitana di Firenze,Comune di SignaComune di Lastra a SignaConiFondazione Artemio FranchiMuseo del CalcioConfindustria Firenze.

Fonte: Ufficio stampa

Tutte le notizie di Calcio

<< Indietro
torna a inizio pagina