Imparare la protezione civile divertendosi: ritorna il campo scuola della Misericordia

(foto gonews.it)
(foto gonews.it)

Un campo scuola a partecipazione gratuita dove, per una settimana, i giovani dai 14 ai 16 anni potranno imparare i rudimenti del mestiere di chi lavora nella Protezione civile. È questo lo scopo di 'Anch'io sono la protezione civile', progetto nazionale adottato dalla Misericordia di Empoli in programma dal primo al 6 di luglio a Coeli Aula a Montespertoli. Lo hanno introdotto il governatore Pier Luigi Ciari e Monica Bitossi, consigliere del Magistrato.

Il progetto nasce nel 2007 dal dipartimento di Protezione civile nazionale, diventando un punto di riferimento per i giovani che vogliono avvicinarsi al mondo del volontariato e del soccorso. Una settimana da passare con pernottamento in tenda (il montaggio e lo smontaggio sarà una delle 'sfide' riservate ai ragazzi) e durante il giorno in visita in alcuni luoghi simbolo. Ad esempio al distaccamento dei vigili del fuoco di Empoli al Terrafino, alla centrale operativa 118 di Pistoia, alla sala Situazione Nazionale Misericordia e alla Federazione toscana regionale.

Tanti anche gli incontri: con i carabinieri e i finanzieri dei comandi di Empoli, oltre che con gli anziani della Casa di Riposo Chiarugi per alcune attività ludiche. Insomma, un campo estivo diverso dal solito, dalle finalità educative senza tralasciare il motto 'imparare divertendosi'.

"La protezione civile non è un concetto astratto, va fatta personalmente, deve esserci una cultura a riguardo sulla prevenzione e sull'intervengo - spiega Ciari -. La Misericordia di Empoli ha agito concretamente con l'acquisto di due mezzi dopo il terremoto del Centro Italia: un ambulatorio mobile e un mezzo con cucina da campo". "Chi lo vorrà in futuro potrà scegliere anche di diventare volontario, dopo i 16 anni compiuti - afferma Bitossi -, nel frattempo con questo campo scuola aumenta la consapevolezza delle attività di protezione civile e della cittadinanza attiva".

Per informazioni e iscrizioni basta contattare la segreteria della Misericordia allo 0571/7255. Ricordiamo che la partecipazione è gratuita.

Elia Billero

Tutte le notizie di Empoli

<< Indietro
torna a inizio pagina