Tre giorni a Monte Morello per ricordare Primo Levi

monte morello

Il 31 luglio ricorre il centesimo anniversario della nascita di Primo Levi, l’impareggiabile autore di alcune delle più importanti testimonianze su cosa siano stati i Lager nazisti, che da quell’esperienza ha saputo trarre una lezione di passione morale e civile trasmessa attraverso tutti i suoi libri, anche quelli che trattano di fantascienza, di chimica, di storie vissute o anche solo immaginate.

A ridosso di quella data, da venerdì 26 a domenica 28 luglio, al Rifugio Gualdo di Monte Morello si terrà una tre giorni di spettacoli teatrali, letture e musica dedicati al grande scrittore torinese, intitolata Questo è un uomo. «Il peggio che ci possa capitare è di assaggiare la carne dell’orso». È un’iniziativa dell’associazione, casa editrice e rivista culturale tessere, con il contributo della Regione Toscana, con il patrocinio della Comunità ebraica di Firenze e del Comune di Sesto Fiorentino, e d’intesa con il Gruppo Gualdo e l’associazione corale Sesto in Canto.

Sul palcoscenico saliranno gli attori Gianluca Guidotti e Enrica Sangiovanni del gruppo teatrale Archivio Zeta, Francesca Mazza, Alessandro Congeddu, Pippo Mazza e Lorenzo Degl’Innocenti.

Quest’ultimo, oltre a ripercorrere il racconto Ferro pubblicato ne Il sistema periodico– da cui è tratta la frase che dà il titolo all’iniziativa – leggerà, alla presenza dell’autore, un’inedita lettera dello scrittore Marco Vichi alla famiglia Levi. Il rettore dell’Università di Firenze Luigi Dei terrà un’insolita e gradevolissima lezione sulle relazioni tra letteratura e chimica.

Fra uno spettacolo e l’altro si esibiranno alcuni giovani talentuosi musicisti: Lorenzo Mascilli Migliorini al pianoforte, Stefano Aiolli al violoncello, Emanuele Braca al contrabbasso, Sebastian Scimé all’oboe e Leopoldo Giachetti alla chitarra. Chiuderà l’iniziativa il Coro della Comunità ebraica di Firenze che eseguirà un repertorio di musiche tradizionali.

Al rifugio sarà possibile fermarsi a mangiare con poca spesa, ma è gradita la prenotazione a eventi@tessere.org. Il programma dettagliato della manifestazione è consultabile sul sito www.tessere.org.

Fonte: Ufficio Stampa

Tutte le notizie di Firenze

<< Indietro
torna a inizio pagina