Libri per l'estate (e non solo): 10 nuove letture di autori toscani

biblioteca_libri_generica_2019_04_02

Siamo in estate e, da che mondo è mondo, l'estate è sinonimo di consigli di lettura. Per il 2019 abbiamo deciso ancora una volta di dedicarci a consigli 'toscani' ma con qualche accorgimento in più. Abbiamo scelto dieci libri di autori del Granducato (o comunque toscani d'adozione) che però sono usciti di recente, vale a dire dall'inizio del 2018 a oggi, in un arco di quasi sedici mesi (e non solo...). Da portare sotto l'ombrellone, certo, ma anche da gustare in qualsiasi momento dell'anno, l'estate è solo un pretesto. Romanzi, pamphlet o saggi: andiamo a scoprire i dieci libri da leggere.

Marco Amerighi - Le nostre ore contate
L'esordio di Amerighi (nato a Pisa nel 1982), è subito un successo, premiato anche col Bagutta Opera Prima e già tradotto all'estero. L'opera, edita da Mondadori, è ambientata in un paese, Badiascarna, che ricorda molto Larderello e la Valdicecina: è un romanzo sull'amianto, come ha detto proprio Amerighi, ma anche sull'amicizia, il tradimento e il rapporto padre-figlio. Paragonato a Ammaniti o Veronesi, senza dubbio ne è all'altezza.

Bettina Bartalesi e Gianluca Di Matola - Luce
Una storia di riscatto femminile vede protagonista la giovane Luce, 13enne che vive nel Torinese. Sembra una favola per bambini, anche per via della copertina, ma è tutt'altro: il romanzo di Clown Bianco Edizioni di Di Matola e della chiantigiana Bartalesi è un excursus nell'Italia degli anni di piombo, un ritratto dei misteri del paese dell'epoca ma anche di una protagonista che caparbiamente riesce a diventare se stessa.

Pilade Cantini - Marcovaldo Punk. Un comunista a Palazzo Chigi
Cosa ci fa un comunista - ma un comunista inteso alla toscana - a Roma come addetto alla corrispondenza di Renzi e Gentiloni? La risposta la dà il diretto interessato nel libro edito da Clichy. Il pontaegolese Pilade Cantini con la sua consueta ironia ci porta tra i corridoi della politica romana con il suo sguardo a metà tra sogno e nichilismo. Consigliato anche a chi vuole saperne di più sulle ultime alterne fortune del PD.

Michele Cecchini - Il cielo per ultimo
Professore (in passato anche a Empoli) e scrittore, il lucchese trapiantato a Livorno Michele Cecchini tratteggia il mite Cacio, che vive in un'Ardenza tutta sua e si alterna tra il figlio Pitore e un segreto che, comunque, non è inconfessabile. Delicato e onirico, è un romanzo - edito da Bollati Boringhieri - anche sulla paternità in cui Cecchini riesce a far commuovere pur rimanendo col sorriso sulle labbra.

Vittorio Cotronei - Passato remoto
Un ufologo viene richiamato in un piccolo borgo dell’entroterra toscano per un’indagine sulla misteriosa morte di un pensionato del luogo, suicidatosi, a quanto si racconta in paese, pochi giorni dopo un incontro ravvicinato con gli alieni. Tra gialli, misteri 'etruschi' e sorprese, l'indagine del montescudaino Vittorio Cotronei (pubblicata da MdS) è stata anche segnalata per il Premio Strega 2019.

Vera Gheno - Femminili singolari
Qui ci portiamo avanti. Insegnante all'Università di Firenze, Vera Gheno pubblicherà prossimamente il saggio per Effequ, toccando una tematica più che mai d'attualità. "Le parole sono importanti" diceva Moretti e Gheno le affronta portando la sfida sul campo del femminismo. Si dice 'ministra'? Si può usare 'sindaca'? Non è un libro di grammatica, ovviamente, ma insegna che l'uso consapevole delle parole può essere il primo passo per una pratica femminista.

Cristian Nuti - Appunti di vita
Fiorentino, Nuti si definisce soprattutto un viaggiatore. Proprio il viaggio è protagonista del suo libro edito da Mondadori, in cui il personaggio principale lascia la sua vita borghese a Milano per andare in Madagascar e poi nel resto dell'Africa, tra incontri emozionanti e avventure. È un libro a metà tra l'ispirazionale e il meditativo, consigliato a chi cerca esperienze travolgenti.

Daniela Donatella Pieruccini - Se fosse un giorno sarebbe giovedì
La casa editrice L'Erudita ha pubblicato il libro di racconti della scrittrice viareggina Daniela Donatella Pieruccini. In questi frammenti, i protagonisti si trovano a dover fronteggiare pensieri dolorosi ma anche altri momenti significativi della loro vita, ondeggiando tra passato e presente. La raccolta è stata presentata come un 'momento di rivelazione', scritta in maniera intima e realista.

Bobo Rondelli - Cos'hai da guardare
Bobo Rondelli ha una vita da romanzo. Cantante, poeta, musicista, attore e molto altro ancora, è stato raccontato magistralmente da Virzì in un documentario; altrettanto interessante è, però, il suo libro autobiografico recentemente rilasciato da Mondadori. Una storia intima, curiosa e per certi versi inedita anche ai fan più puri del livornese. Malinconico e divertente come i suoi testi.

Vanni Santoni - I fratelli Michelangelo
Un uomo ricco e istrionico convoca i propri figli, avuti da mogli diverse, nella casa a Vallombrosa: nasce un ritratto della vita dell'uomo, Antonio Michelangelo, a confronto con le diverse personalità dei figli. Vanni Santoni, nel romanzo pubblicato da Mondadori, si dedica a una sega familiare attraverso il Novecento, ma lo fa con uno stile innovativo, almeno per la letteratura italiana.

 

Tutte le notizie di Toscana

<< Indietro
torna a inizio pagina