Front office nella ex Asl 11, protesta della Rsu per la "pessima gestione"

Lo scorso 5 dicembre si è tenuta l'assemblea dei Lavoratori dei front-office, cup, anagrafe del territorio della ex ASL 11, indetta dalla RSU Toscana Centro in merito alle carenze di personale, le condizioni di lavoro, alla illegittima pratica di riscossione di contante agli sportelli, alla corretta gestione dei turni degli orari e dei carichi di lavoro e all'improprio utilizzo della flessibilità organizzativa.

In detta assemblea è emersa la pessima gestione della complessa macchina dei front-office, quasi tutte le postazioni risultano prive dei requisiti di conformità di salute e sicurezza nei luoghi di lavoro, risultanti non corrispondenti alle vigenti normative, mentre sono in aumento i fenomeni di aggressione e intimidazione da parte dell'utenza in risposta alle numerosi disfunzioni non dipendenti dai Lavoratori.

Soddisfazione è stata espressa dalla RSU per la grande partecipazione dei Lavoratori intervenuti da: Ospedale di Empoli, distretto Rozzalupi, Castelfiorentino, Fucecchio, S. Croce sull'Arno, S. Miniato, Castelfranco e Certaldo.

L'incontro del 5/12 è l'ultimo di una serie di Assemblee tenute con i Lavoratori e, dopo le quali, ogni richiesta di natura Sindacale è stata, volutamente, ignorata dalla Azienda e dai responsabili dei dipartimenti competenti. A tal fine, ritenendo inaccettabile il protrarsi di una situazione che perdura ormai da tempo, la RSU ha ricevuto pieno consenso alla piattaforma rivendicativa che Dal 1 gennaio 2020 sarà così articolata:
• Non sarà più adottata dai Lavoratori la pratica di riscossione contanti agli sportelli.
• Richiesta di attivazione di punti automatici di riscossione che evitino il maneggio di denaro contante da parte degli operatori (come già avviene presso le altre ex asl afferenti alla ASL Toscana Centro).
• Non saranno più ritirati e conservati, da parte degli operatori allo sportello, i materiali biologici (prelievi del sangue e altro).
• Sarà garantito il Rispetto della norma inerente i video terminalisti (pausa di 15 minuti per ogni 2 ore di servizio al terminale).
• Incremento e Adeguamento delle dotazioni organiche del personale, in funzione del carico di lavoro,del rispetto dei diritti Contrattuali e del blocco della flessibilità lavorativa quale conseguenza della carenza di organico.
• Stop ad un orario che preveda 9 ore lavorative consecutive e riallineamento orario con gli altri analoghi servizi della stessa azienda.
• Presenza di personale addetto alla sicurezza nei vari front-office.
• Ripresa dei percorsi formativi e monitoraggio dei sistemi di rendicontazione dei servizi erogati, affinché siano omogenei e gestibili da parte degli operatori e che servano, nel concreto, ad eliminare le lunghe attese.

La RSU ha ricevuto il mandato e il consenso dei Lavoratori ad avanzare tali rivendicazioni indicendo, in ulteriore assenza di risposte concrete, uno stato di agitazione con conseguenti azioni di mobilitazione. Non sarà più tollerata nessuna inadempienza da parte della Direzione Aziendale e dai Dirigenti preposti.

I Delegati RSU:
Andrea Borgheresi
Simone Baldacci
Andrea Calò
Massimo Cataldo
Sabrina Leto
Claudia Martini

Fonte: Rsu Asl Toscana Centro

Tutte le notizie di Empoli

<< Indietro
torna a inizio pagina