Asev nodo strategico del trasferimento tecnologico, Campinoti: "Grande riconoscimento"

Una Piattaforma per il Trasferimento Tecnologico, per l'Innovazione e la Competitività in Toscana, destinata a favorire la crescita economica sostenibile delle imprese e dei territori puntando sull'innovazione.

ASEV e altri cinque centri di trasferimento tecnologico insieme alla Regione Toscana hanno firmato ieri mattina a Palazzo Strozzi Sacrati a Firenze un protocollo d'intesa per la costituzione della Piattaforma CL.O.C.K. (CLuster Of Clusters for Knowledge). Alla firma sono intervenuti l'assessore regionale alle attività produttive Stefano Ciuoffo e i rappresentanti di ASEV Spa (Agenzia di Sviluppo Empolese – Valdelsa), COSVIG scarl (Consorzio per lo sviluppo delle aree geotermiche), CPTM (Consorzio Polo Tecnologico Magona), LUCENSE scarl, NAVIGO Scarl, TLS (Fondazione Toscana Life Sciences).

"La Regione – ha detto l'assessore Ciuoffo – è da diversi anni impegnata a promuovere interventi a sostegno dei sistemi territoriali di innovazione per favorire il mantenimento e l'incremento della competitività delle imprese. Il sistema produttivo toscano, costituito essenzialmente da MPMI, ha bisogno di un supporto sempre più efficiente ed efficace per dare impulso ed accelerare il passaggio a tecnologie e processi innovativi e per facilitare le relazioni di filiera con le grandi imprese. Migliorare il sistema dei servizi di divulgazione e trasferimento tecnologico, renderlo più flessibile, integrato e veloce, è diventato un elemento chiave e la creazione di questa Piattaforma rappresenta un passaggio per favorire la crescita ed il consolidamento di un sistema territoriale e diffuso per il Trasferimento Tecnologico per l'Innovazione e la Competitività".

I Centri di trasferimento tecnologico rappresentano il nucleo proponente e fondatore della Piattaforma alla quale potranno aderire altri Centri o organismi operanti in Toscana e aventi caratteristiche simili, che operano nella filiera del Trasferimento Tecnologico e Servizi per l'Innovazione.

La Piattaforma si occuperà di promuovere, realizzare e sviluppare varie attività. Condivisione di conoscenze, competenze, dotazioni e strumenti per massimizzarne la produttività ed evitare duplicazioni; impulso all'integrazione tra ricerca-formazione-innovazione-imprese attraverso specifiche azioni, anche valorizzando il rapporto con le Università e gli altri Organismi di Ricerca; valorizzazione di programmi di ricerca, di sviluppo tecnologico e innovazione, in linea con i programmi di sviluppo e innovazione regionali, nazionali ed europei; divulgazione tecnologica, valorizzazione dei Laboratori e facilitazione al loro accesso a servizio del sistema delle imprese; individuazione di soluzioni interdisciplinari a problematiche di filiera o di settore; promozione di un coordinamento regionale per massimizzare l'efficacia dei programmi, progetti e azioni dei soggetti firmatari.

“Un passo importante per favorire l'integrazione delle attività dei Centri di trasferimento tecnologico firmatari con le politiche regionali a favore del trasferimento tecnologico – afferma Simone Campinoti, Presidente di ASEV - utile a sviluppare sinergie per facilitare il coinvolgimento delle imprese nei processi di innovazione e ricerca e che pone ASEV come uno dei nodi strategici regionali per lo sviluppo delle politiche regionali in questo ambito. Un grande riconoscimento per la società e per il nostro territorio, frutto delle competenze maturate in questi ultimi anni.”

Fonte: Asev

Tutte le notizie di Empoli

<< Indietro
torna a inizio pagina