Premio Strega 2020, ecco i libri che vengono dalla Toscana

Sono usciti i cinquantaquattro titoli del listone per il Premio Strega 2020. In attesa di scoprire i dodici 'semifinalisti', poi i finalisti e il vincitore, concentriamoci sui toscani in corsa al momento. Sono sette gli scrittori legati alla Toscana e che fanno parte dei titoli proposti dagli Amici della Domenica.

Troviamo nomi noti e esordienti, romanzi di formazione e graphic novel, di tutto e di più insomma. C'è anche uno che lo Strega lo ha già assaggiato, vale a dire il pratese Sandro Veronesi, presente con Il Colibrì edito da La Nave di Teseo e vincitore con Caos Calmo quattordici anni fa.

Per gli altri sei, andiamo in ordine alfabetico. Viene da Grosseto Francesco Falconi col suo romanzo Gli anni incompiuti edito da La Corte Editore; poi c'è Gipi col suo Momenti straordinari con applausi finti, graphic novel pubblicata da Coconino Press. Claudio Lagomarsini ha scritto per Fazi il romanzo Ai sopravvissuti spareremo ancora, mentre l'Isola d'Elba è protagonista de Il posto dei fichidindia (edizioni Aracne) di Pier Luigi Luisi.

Sebastiano Mondadori è nato a Milano ma è lucchese d'adozione ed è presente nella lista col suo Il contrario di padre, edito da Manni. Concludiamo con l'ultima penna toscana: è Lorenza Pieri, nata in Romagna ma vissuta all'Isola del Giglio: il sud della Toscana fa da sfondo al suo romanzo Il giardino dei mostri, pubblicato da E/O.

A meno di cambiamenti dovuti al Coronavirus, i dodici candidati per la shortlist saranno annunciati domenica 15 marzo alle ore 12.30 I finalisti saranno proclamati martedì 9 giugno al termine della prima votazione. Il libro vincitore sarà premiato giovedì 2 luglio 2020.



Tutte le notizie di Toscana

<< Indietro

pubblicità
torna a inizio pagina