Consiglio regionale, Antonio Mazzeo (PD) si ricandida: "Ripartiamo e lavoriamo insieme"

(foto gonews.it)

"Quando ieri ho chiesto sulla mia pagina Facebook un parere sulla mia possibile ricandidatura in Consiglio Regionale, in meno di 24 ore ho ricevuto oltre 1000 messaggi. È stato un attestato di stima e di fiducia inimmaginabile e che mi ha letteralmente emozionato. Ma la cosa che più mi ha colpito è stato leggere le parole di tante persone conosciute durante il lockdown che mi ringraziavano e dicevano di essersi riavvicinate alla politica per il solo fatto di essere state ascoltate, di aver avuto la possibilità di confrontarsi e di aver ricevuto una risposta alle loro domande. Un patrimonio che mi hanno chiesto di non disperdere e di fronte al quale, dando la mia disponibilità a ricandidarmi nel collegio di Pisa, sento oggi un impegno ancora maggiore di sempre".

Sulla base di quanto previsto per i consiglieri uscenti dal regolamento approvato nell'ultima direzione regionale del Partito Democratico, Antonio Mazzeo ha comunicato ieri alla segretaria regionale Simona Bonafè la volontà di correre di nuovo alle elezioni in programma il prossimo 20 settembre.

"C'è un enorme bisogno di riportare la politica nella vita quotidiana delle persone non a parole ma coi fatti. E far capire loro che chi rappresenta le istituzioni non è un'entità lontana e sorda ai bisogni delle cittadine e dei cittadini ma esattamente uno di loro. Per troppo tempo, a Pisa, questa distanza si è amplificata causando, purtroppo, i risultati elettorali che sappiamo. Questi mesi di emergenza Covid, accanto ai tanti drammi generati, ci hanno dato modo e tempo per rovesciare questo paradigma. E far capire a tante persone che c'è un modo credibile di far politica senza facili slogan, senza false promesse, senza generare illusioni. Ma, semplicemente, stando al loro fianco e facendosi carico dei loro problemi, dal più piccolo al più grande. A volte si riesce a risolverli, altri no. Devono percepire una politica fatta di ascolto, serietà e impegno".

Tanti i temi che sono stati affrontati in questi anni e che restano sul tavolo anche per i prossimi 5. "Il ritorno a scuola e all'università in sicurezza è la priorità assoluta insieme al sostegno alle tante realtà produttive, economiche, sociali e culturali che dalla pandemia hanno subito danni gravissimi. Poi c'è il grande tema degli investimenti sulla sostenibilità ambientale, dello sviluppo dei distretti e delle produzioni d'eccellenza e del potenziamento infrastrutturale del nostro territorio a partire dalla sempre maggiore centralità del Galilei. Ci sono tanti progetti che, per anni, sono rimasti fermi sul tavolo delle promesse mancate ma io credo che le buone idee, se tali, non hanno una data di scadenza. Il tema non è rivendicare chi le ha avute per primo, ma lavorare tutti insieme per realizzarle davvero. 'Concretezza' deve continuare ad essere la parola d'ordine del nostro agire e il tratto che ci distingue maggiormente rispetto alle promesse vuote della Lega, di Salvini e della Ceccardi che, non dimentichiamolo mai, sarà il nostro avversario da battere"

Fonte: Ufficio stampa



Tutte le notizie di Pisa

<< Indietro

torna a inizio pagina