Spostamenti tra regioni, stop fino al 27 marzo

Il Consiglio dei Ministri ha deciso: niente visite in zona rossa. Ecco le novità


Non sarà possibile spostarsi tra le regioni o province autonome in Italia fino al 27 marzo 2021. Il Consiglio dei Ministri di oggi, lunedì 22 febbraio, ha spostato di quasi un mese il termine ultimo della restrizione. Scade, o meglio scadeva, il 25 febbraio ma è stato prorogato. La decisione è stata presa per limitare al massimo i contatti in piena pandemia da Coronavirus.

Sarà possibile comunque spostarsi per motivi ben precisi. Muniti di autocertificazione si potrà cambiare regione per esigenze di lavoro o per situazione di necessità, il che significa per motivi di salute. In ogni caso il rientro alla propria abitazione, residenza o domicilio è sempre consentito.

L'attuale Dpcm è in vigore fino al 5 marzo. Consente lo spostamento verso le altre abitazioni in zona gialla o arancione: nella prima lo spostamento è in ambito regionale, nella seconda in ambito comunale. In quei casi ci si può spostare verso abitazioni private per trovare amici o parenti tra le 5 e le 22. La novità dal consiglio dei ministri riguarda questa deroga, non più in vigore nelle regioni rosse, dove sarà vietato andare a trovare parenti o amici.



Tutte le notizie di Toscana

<< Indietro

torna a inizio pagina