Coronavirus, restano le fasce di colore ma si cambia di lunedì

I provvedimenti e le ordinanze per il contenimento della diffusione del coronavirus covid-19 vedranno l'Italia ancora divise in fasce di colore. Ma c'è una novità, come richiesto dalle regioni al Governo, il cambio di "fascia di colore" avverrà di lunedì e non più di domenica. A confermarlo è la ministra agli Enti locali Mariastella Gelmini durante l'incontro con le Regioni : "questo avevano chiesto le Regioni, e lo avevo condiviso, questo abbiamo ottenuto. Così aiutiamo anche le attività economiche che non perderanno il week end. Il sistema a fasce verrà mantenuto. Finora è stato scongiurato un lockdown generalizzato e questo deve essere l'obiettivo principale anche per le prossime settimane e per i prossimi mesi".

Apprezzamento da parte del presidente dell'Associazione Comuni (Anci) Antonio Decaro:"Anche gli Enti locali hanno bisogno di organizzarsi", avrebbe detto il sindaco di Bari.

La bozza del prossimo Dpcm arriverà prima del 5 marzo: "Per l'esecutivo Draghi-prosegue la Gemini- è fondamentale il confronto costante con le Regioni e anticipare le decisioni, in modo da lasciare ai cittadini il tempo necessario per poter organizzare la propria vita".

Novità in vista per i luoghi di cultura. "Stiamo lavorando per una graduale riapertura. Il ministro Franceschini ha avviato un confronto con il Cts per far in modo che, superato il mese di marzo, si possano immaginare riaperture con misure di sicurezza adeguate. È un percorso, non è un risultato ancora acquisito. Ma è un segnale che va nella giusta direzione".



Tutte le notizie di Toscana

<< Indietro

torna a inizio pagina