Empolese Valdelsa zona rossa, Confesercenti: "Surreale"

Si apprende in queste ore da fonti stampa e da alcune dichiarazioni del Presidente Giani, che la Toscana si avvia a tornare arancione già dalla prossima settimana. Sicuramente un’ottima notizia, che lascia ben sperare per il futuro delle tante attività economiche messe in ginocchio dalla pandemia.

Purtroppo le buon notizie non sono per tutti. Nell’Empolese Valdelsa sembra permanere la zona rossa, principalmente a causa della pressione sugli ospedali.

“Un territorio che rischia di essere messo definitivamente in ginocchio – fanno sapere da Confesercenti Empolese Valdelsa– una situazione surreale, aggravata dal fatto che nella nostra zona siamo rossi già con settimana di anticipo rispetto al resto della Regione”

Solo qualche giorno fa la Confesercenti di zona, insieme a tutti i centri commerciali naturali del circondario, aveva inviato una lettera aperta alle Istituzioni del territorio, in primis al Presidente Giani e all’ Assessore Marras.

“Ad oggi, nonostante le ripetute sollecitazioni, non abbiamo ricevuto alcuna risposta dal livello regionale – continuano i referenti dell’associazione. Dispiace constatare che non c’è il minimo interesse verso le nostre difficoltà, avevamo chiesto poche cose, in maniera rispettosa e con l’atteggiamento più costruttivo possibile. Un vero peccato.”

“Purtroppo il tempo a nostra disposizione è finito – concludono da Confesercenti - servono azioni concrete e tempestive che possono essere messe in campo solo a livello regionale: date certe per la riapertura immediata di tutte le attività in grado di rispettare i protocolli, sostegni mirati alle zone rosse locali, condivisione dei posti letto negli ospedali a livello regionale. Comprendiamo il momento di forte difficoltà e grande impegno necessario alla gestione di una fase così critica, ma non possiamo più permetterci di aspettare. Consegneremo personalmente le nostre richieste in Palazzo Strozzi Sacrati, sede della giunta regionale. “

Fonte: Confesercenti Empolese Valdelsa



Tutte le notizie di Empoli

<< Indietro

torna a inizio pagina