Giornata Internazionale del Lascito Solidale, ATT: "Fondamentali per le cure a casa dei malati di tumore"

Giuseppe Spinelli, Presidente ATT

Il 13 settembre ricorre la Giornata Internazionale del Lascito Solidale.

L’Associazione Tumori Toscana ATT coglie l’occasione per ricordare la preziosa possibilità di fare un testamento solidale per aiutare i malati di tumore che hanno bisogno di essere curati a casa.

“Il lascito testamentario – spiega Giuseppe Spinelli, Presidente ATT, è un modo per continuare a fare del bene, oltre la propria vita, e garantire un futuro migliore alle nuove generazioni.

È un gesto di grande valore per trasmettere non solo dei beni materiali ma anche tutta un’eredità di principi morali e spirituali. In un tempo, come quello attuale, in cui tutto si consuma e si dimentica velocemente fare un lascito è un modo per essere ricordarti per sempre da una famiglia molto più grande di quella d’origine”.

Anche l’Associazione Tumori Toscana è impegnata nella promozione del lascito solidale come una delle principali forme di donazione, specialmente dallo scoppio della pandemia. Con l’emergenza Covid-19, infatti, molte della tradizionali attività di raccolta fondi sono state bloccate e contemporaneamente si è registrato un notevole aumento delle richieste di assistenza che nel 2020 sono state 1300, il 17% in più rispetto al 2019.

“Credo che oggi più che mai – prosegue Spinelli - ci sia bisogno di diffondere una cultura del testamento solidale inteso come un’opportunità non solo per chi riceve ma anche per chi dona, che in questo modo ha la certezza che la volontà di come disporre dei propri averi sia rispettata e garantita per sempre. I lasciti solidali anche se di piccola entità – non si deve disporre necessariamente di grandi patrimoni – sono fondamentali per portare a casa dei malati di tumore cure ed assistenza di qualità e garantire loro una migliore qualità di vita”.

Fonte: ATT - Ufficio stampa



Tutte le notizie di Toscana

<< Indietro

torna a inizio pagina