Morto Luigi Lucherini, primo sindaco di Arezzo di centrodestra

(Foto di Katie Phillips da Pixabay)

La scorsa notte è morto Luigi Lucherini, ex Sindaco di Arezzo.

Aveva 92 anni, lascia la moglie, due figli e i nipoti. Stimato professionista, entrò come liberale in Forza Italia, partito con cui venne eletto per la prima volta il 27 giugno 1999 e la seconda il 26 giugno 2004 al ballottaggio. Il suo secondo mandato amministrativo si interrompe per vicende legate ad un'inchiesta della procura aretina. I funerali si svolgeranno domani presso la Cattedrale di Arezzo alle ore 15.

I deputati Mugnai e D'Ettore: "Un Uomo mosso da antichi e forti valori"

Ecco come lo ricordano i deputati Stefano Mugnai e Maurizio D'Ettore: "Famoso e apprezzatissimo ingegnere, è stato anche fra l'altro Presidente del Sindacato Nazionale ingegneri liberi professionisti italiani. Un Uomo mosso da antichi e forti valori e che ha saputo dare lustro, e prestigio anche internazionale, in tanti anni di Amministrazione, alla Città di Arezzo"

"È stato e lo ricorderemo anche per questo: un lucido esempio di Buongoverno del Centrodestra, un Sindaco con la "S" maiuscola, di quelli che ha saputo regalare, con due grandi ed appassionate campagne elettorali unite ad altrettante vittorie, nuova speranza per Arezzo ed i suoi Cittadini. Lo ricorderemo anche per il suo impegno politico insieme a noi nel consolidare la proposta elettorale e politica di Forza Italia e del centrodestra unito in tutta la provincia di Arezzo e come esempio di capacità di governo per l'intera regione. Lucherini lascerà un vuoto enorme ed incolmabile nella comunità Aretina e per la politica locale e regionale. Che la terra ti sia lieve, Luigi."

Il cordoglio del consiglio regionale

Il presidente del Consiglio regionale, a nome dell'intero ufficio di presidenza e di tutta l’Assemblea legislativa della Toscana, esprime il cordoglio ai familiari, alle istituzioni e alla città di Arezzo per la scomparsa dell’ex sindaco Luigi Lucherini, ricordandone l’impegno e la passione che lo hanno contraddistinto nei suoi anni di mandato, a servizio delle istituzioni e dei cittadini che ha rappresentato.

Tra i molteplici incarichi ricoperti da Lucherini, che è stato sindaco di Arezzo dal 1999 al 2006, si ricorda quello legato alla sua professione di ingegnere con la presidenza, tra il 1986 e il 1995, del sindacato nazionale ingegneri liberi professionisti italiani.

Il cordoglio di Vincenzo Ceccarelli

Vincenzo Ceccarelli, capogruppo del Partito democratico in Consiglio regionale e già presidente della Provincia di Arezzo, lo ricorda così: «Con Lucherini abbiamo vissuto momenti istituzionali importanti per la città e la Provincia, anche se su fronti politici diversi con stima reciproca. La dimostrazione che quando si ha il senso delle istituzioni e del bene pubblico le divisioni politiche passano in secondo piano. Si possono avere visioni diverse, ma di fronte alla consapevolezza che l'interesse della comunità deve stare al di sopra delle parti, non si fatica a trovare la sintonia istituzionale. Con Lucherini abbiamo condiviso grandi eventi come la mostra di Piero della Francesca e l'invio degli sbandieratori ad Okland per festeggiare i successi di Luna Rossa,  ma anche situazioni drammatiche come l'attentato alle torri gemelle di New York, oltreché momenti importanti per la vita cittadina, come la difesa comune della Lebole, poi purtroppo chiusa, e l'ampliamento del Centro Affari. Di Luigi Lucherini ho potuto apprezzare l’onestà intellettuale e il grande senso delle istituzioni. Alla famiglia e in particolare alla moglie Maria esprimo le mie sentite condoglianze».



Tutte le notizie di Arezzo

<< Indietro

torna a inizio pagina