'Amici del Padule' interrogano i candidati sull'ambiente. La risposta di Europa Verde-SI

Dopo la lettera degli 'Amici del Padule di Fucecchio per la Biodiversità', nella quale venivano interpellati i candidati alle prossime elezioni politiche del 25 settembre su impegni in tema ambientale, arrivano le prime risposte. A recapitarle gli 'Amici del Padule', trasmesse alla stampa come spiegato, nell'ordine di ricezione.

Riportiamo di seguito la risposta dell'alleanza Europa Verde-Sinistra Italiana, a firma di Nicola Fratoianni, Nicoletta Guarducci, Luca Fidia Pardini e Glenda Lugano.

"Carissimi,
abbiamo ricevuto la nota in oggetto e, nel rispondere alle puntuali richieste in essa contenute, ci preme ricordare l’impegno che Europa Verde e Sinistra Italiana hanno sempre dimostrato a sostegno delle battaglie e delle giuste richieste da Voi avanzate nel corso degli ultimi anni. A tale riguardo richiamiamo le numerose prese di posizione oltre all’adesione ed alla partecipazione alla manifestazione di Montecatini Terme del 25 settembre 2021.

Ci sentiamo di richiamare questo impegno sviluppato nel tempo perché riteniamo rappresenti un elemento politico molto importante di cui tenere conto nel momento in cui, in prossimità di una scadenza elettorale, è molto probabile che le Vostre richieste ricevano una notevole adesione da parte di molti candidati.

Venendo alle Vostre richieste, in coerenza con l’impegno richiamato in premessa, ci impegniamo, se eletti e per quanto di competenza ad operare affinché:
· vengano attuate tutte le indicazioni di carattere tecnico e gli atti amministrativi di programmazione che sottolineano la necessità e l’urgenza di ampliare la superficie protetta fino a raggiungere almeno il 30% della superficie complessiva del Padule;
· si recuperi e si rilanci una gestione unitaria e di adeguato livello della riserva Naturale e delle relative aree contigue
· vengano restituite al Centro di Ricerca, Documentazione e Promozione del Padule di Fucecchio funzioni e risorse adeguate affinché possa svolgere il proprio ruolo di consulenza tecnico-scientifica, in un quadro che veda il coinvolgimento di tutti i portatori di interessi del territorio (oltre la Regione, i Comuni, le associazioni ambientaliste, le associazioni venatorie, i proprietari) ed il coordinamento della Regione Toscana
· vengano attuate le previsioni dell’accordo di programma relativo al riordino della depurazione delle acque in Valdinievole, che prevede, quale principale misura di compensazione ambientale del “Progetto Tubone”, la depurazione di un congruo quantitativo di acque reflue da indirizzare all’area palustre.

Si tratta di impegni del tutto coerenti con quanto scritto anche nel nostro Programma: "vogliamo attuare, nel rigoroso rispetto dei tempi della Strategia comunitaria, gli obiettivi del 30% di aree protette (delle quali il 10% di aree a stretta protezione), individuando rigorosi criteri di individuazione in particolare delle aree a stretta protezione, per lo Stato e le Regioni".

Di seguito riportiamo il link al nostro programma con particolare riferimento al capitolo 10 “L’Italia che ama gli animali”:
https://verdisinistra.it/programma-alleanza-verdi-e-sinistra/#10

Cordiali Saluti. Fratoianni Nicola, Guarducci Nicoletta, Luca Fidia Pardini, Marta Glenda Lugano"



Tutte le notizie di Larciano

<< Indietro

pubblicità
torna a inizio pagina