"In cammino per la pediatria", protesta a piedi da Volterra a Firenze

I promotori della manifestazione raggiungeranno la sede della Regione consegnando un documento sulla "ulteriore riduzione dei servizi pediatrici nell'Ospedale di Volterra. Chiediamo risposte e soluzioni"


In seguito all'ulteriore riduzione dei servizi pediatrici nell'Ospedale di Volterra, già gravato da importanti tagli ai servizi di base, diverse Associazioni, Enti e Aziende del territorio, insieme con i Gruppi di Opposizione nel Consiglio comunale di Volterra, hanno firmato un documento che sarà presentato al Presidente e ai Consiglieri Regionali in data 23 Settembre 2022. Il documento, redatto dalla Commissione ospedale della Consulta intercomunale, istituita a Volterra allo scopo di segnalare bisogni e individuare proposte, era già stato consegnato alla direttrice Asl, area vasta Nord Ovest, e poi presentato in Regione. Adesso verrà riproposto, non avendo trovato nel frattempo alcuna risposta se non vaghe promesse di interessamento. Alcune persone, in rappresentanza dei gruppi prima citati, percorreranno a piedi il tragitto Volterra /Firenze fino alla consegna del documento nella sede della Regione nella speranza che sia presentato quanto prima in Consiglio regionale. L’iniziativa, che avrà il nome "In cammino per la pediatria", prenderà il via giovedì 22 Settembre alle ore 8.00 da Piazza dei Priori. Il tragitto ha un significato simbolico: le nostre istituzioni sono distanti e insensibili ai bisogni della popolazione che comunque faticosamente, ma con grande costanza intende portare avanti le sue istanze. Soprattutto in questi ultimi anni i territori periferici come il nostro sono stati fortemente penalizzati in ambito sanitario con tagli e disservizi, spesso spingendo i cittadini verso il privato.

Per questo invitiamo chiunque condivida le nostre preoccupazioni ad unirsi a questa iniziativa, fisicamente durante il percorso (anche se per pochi metri o per qualche km) o anche dandone diffusione tramite social, in modo che la nostra protesta diventi la protesta di un intero territorio. Non è possibile tollerare che le logiche aziendali prevalgano sul diritto alla salute dei cittadini. Non è possibile tollerare l'ultimo inaccettabile taglio, cioè che i nostri bambini debbano percorrere 80 km (andata e ritorno) ogni volta che hanno bisogno di un semplice servizio ambulatoriale pediatrico.

Non lasciamo che l’indifferenza o la rassegnazione prenda il sopravvento. Chiediamo tutti insieme risposte e soluzioni.

Fonte: Associazione mamme di Volterra, SOS Volterra



Tutte le notizie di Volterra

<< Indietro

pubblicità
torna a inizio pagina