Scritte No-Vax sulla sede della Cgil di Montecatini: "Nazisti"

E’ stato imbrattato a bomboletta spray l’esterno della sede Cgil di Montecatini (Pistoia) con simboli di “W” all’interno di un cerchio e con scritte offensive, intimidatorie ed equiparanti il sindacato al nazismo: la scoperta è stata fatta stamattina dai lavoratori e dalle lavoratrici della struttura. Il vile gesto è già stato denunciato alle autorità e le scritte saranno cancellate. “Siete dei vigliacchi. Non ci lasceremo intimidire. Evidentemente c’è chi si sente autorizzato a fare questo tipo di cose, noi le denunceremo sempre e vigileremo, la politica e gli organi competenti prestino la necessaria attenzione a questi fenomeni. Di sicuro noi continueremo a difendere il diritto al lavoro e alla salute”, ha detto il segretario generale di Cgil Pistia Daniele Gioffredi.

“Venerdì scorso una bandiera fascista appesa alla sede Cgil di Camucia, in provincia, di Arezzo, oggi sede imbrattata con scritte intimidatorie a Montecatini, in provincia di Pistoia. Le nostre sedi da tempo sono oggetto di attacchi di vario tipo, dai neofascisti agli estremisti no vax, e l’elenco di questi episodi vergognosi si aggiorna continuamente - ha ricordato la segretaria generale di Cgil Toscana Dalida Angelini -. Si mettano l’animo in pace gli autori di queste gesta vigliacche: la Cgil non smetterà di fare il suo mestiere. E l’8 ottobre saremo in piazza a Roma per spingere la politica ad ascoltare il lavoro, a un anno dall’assalto squadrista alla nostra sede nazionale”

Union Popolare Pistoia: "No allo squadrismo. Solidarietà alla CGIL"

A distanza di poche ore dal successo dell’estrema destra nelle elezioni politiche partono gli attacchi di sapore squadristico. La sede della Camera del lavoro di Montecatini T. è stata oggetto di atti vandalici da parte di presunti quanto deliranti No Vax che pensano che adesso sono liberi di agire come meglio gli aggrada. Già lo scorso anno ci sono stati episodi in Valdinievole che richiamano il buio fondo in cui era finito questo Paese e ora c’è il rilancio. Noi non ci stiamo! Esprimiamo la nostra solidarietà alla CGIL di Montecatini e alla CGIL provinciale contro episodi che nulla hanno a che fare con lo spirito democratico ancora profondo in questo territorio. Non ci intimidite!

Giani: "Attacco vigliacco"

“Un attacco vigliacco contro chi difende lavoratrici e lavoratori, un gesto, l'ennesimo, assolutamente da condannare”. Il presidente della Toscana Eugenio Giani e l’assessora al lavoro e alla cultura della memoria, Alessandra Nardini, esprimono solidarietà alla Cgil per  le scritte offensive e intimidatorie dipinte sui muri della sede del sindacato a Montecatini Terme, in provincia di Pistoia. Le scritte sono state scoperte stamani, 26 settembre, ed arrivano a distanza di qualche giorno dal bandiera fascista appesa all’ingresso della sede della Cgil a Camucia in provincia di Arezzo. “Sono gesti che non vanno assolutamente minimizzati o sottovalutati – commentano Giani e Nardini, preoccupati  – e che offendono la democrazia e la Costituzione, come l’assalto alla sede nazionale della Cgil che avvenuto quasi un anno fa”.

 



Tutte le notizie di Montecatini Terme

<< Indietro

pubblicità
torna a inizio pagina