Incendio nell'albergo popolare a Firenze: un arresto, nessun ferito

Una persona è stata arrestata ieri sera con l'accusa di incendio a Firenze. È successo all'interno dell'albergo popolare, struttura pubblica di accoglienza in via della Chiesa, dove i vigili del fuoco intervenuti per spegnere le fiamme hanno allertato i carabinieri.

Secondo i primi accertamenti è emerso che l'incendio si sarebbe propagato da un materasso, intenzionalmente bruciato da un ospite della struttura, un cittadino afghano di 35 anni. Le fiamme dal materasso si sono propagate all'intera stanza, contenente altri tre letti e data l'assenza di altri ospiti, fortunatamente nessuna persona è rimasta coinvolta.

Al suono dell'allarme dei sensori di fumo è immediatamente intervenuto il personale della struttura, tentando in ogni modo di spegnere le fiamme. Questo e il tempestivo intervento dei vigili del fuoco hanno permesso di domare l'incendio prima che si espandesse ad altri ambienti. Giunti sul posto, i carabinieri oltre a gestire la presenza in strada delle numerose persone di rientro dal compesso, nell'ora consentita per l'ingresso, hanno svolto i primi accertamenti. Il 35enne, ancora in possesso dell'accendino utilizzato per appiccare l'incendio, è stato arrestato. Fatto visitare dal personale sanitario, risultando illeso è stato condotto presso il carcere Sollicciano di Firenze, a disposizione dell'Autorità Giudiziaria.



Tutte le notizie di Firenze

<< Indietro

pubblicità
torna a inizio pagina