Trasporti sociali, la Misericordia di Poggibonsi li garantisce con il contributo Fondazione Mps

E' stato finanziato dalla Fondazione MPS, con un contributo di 18.000 euro per l'anno 2021, il progetto Insieme andrà tutto bene, diritto alla mobilità delle persone fragili durante e dopo l'emergenza Covid19”.

Il progetto che, come gli anni scorsi, vede capofila la Misericordia di Poggibonsi, ha come area di riferimento la zona distretto dell'Alta Val d'Elsa (comprendente il territorio dei comuni di Poggibonsi, Colle di Val d’Elsa, San Gimignano, Casole d’Elsa e Radicondoli) e coinvolge tutte le Misericordie e Pubbliche Assistenza della Valdelsa senese e il Centro Anffas Altavaldelsa.

“Con il finanziamento del progetto - spiega il referente del progetto per la Misericordia di Poggibonsi, Luigi Cervelli - si è potuto garantire il mantenimento della rete del trasporto sociale, assicurando la mobilità ad utenti in situazione di fragilità e disabilità, soprattutto a quelli residenti in località distanti dai poli di aggregazione, riducendone l’emarginazione e accrescendo le possibilità di autonomia quali l’accesso ai servizi sanitari ed agli uffici pubblici nei centri di Poggibonsi e Colle. E' proseguito il trasporto di utenti disabili adulti coinvolti nei progetti di coabitazione e laboratori di vita indipendente, garantendo la fruizione delle attività e la mobilità verso luoghi di svago, cultura e socializzazione.

Siamo grati a Fondazione MPS che, insieme ai nostri volontari, ci aiuta ad mantenere in Valdelsa una rete del trasporto sociale capillare in modo da non lasciare nessuno indietro”

Fonte: Misericordia di Poggibonsi



Tutte le notizie di Poggibonsi

<< Indietro

pubblicità
torna a inizio pagina