Case dell'Acqua a Pisa, inaugurati due nuovi fontanelli a San Giusto e Riglione

Taglio del nastro stamani per le due nuove Case dell’Acqua installate a Pisa nei quartieri di San Giusto e Riglione. L’assessore ai lavori pubblici del Comune di Pisa Raffaele Latrofa ha inaugurato i due nuovi fontanelli, il primo in piazza Giusti e il secondo in piazza D’Antona, che sono stati installati dal gestore Toscana Multiservizi.

"Installando queste nuove casette dell’acqua – dichiara l’assessore ai lavori pubblici Raffaele Latrofa - l’Amministrazione Comunale ha deciso di dare un servizio aggiuntivo che è già presente in molte altre città toscane e italiane, fornendo ai cittadini la possibilità di disporre di acqua gassata e refrigerata, oltre che naturale, prima sottoposta a processi di filtrazione e trattamento. In questo modo offriamo un servizio importante in due quartieri dove ancora mancava, San Giusto e Riglione, che va sia a promuovere le buone pratiche di sostenibilità ambientale, dal momento che riempire le bottiglie d'acqua al fontanello significa risparmiare plastica e inquinamento dei camion che distribuiscono, sia a vantaggio dei cittadini che, ad un costo simbolico, possono usufruire di un servizio efficiente e con garanzie di alta qualità".

"Tengo inoltre a precisare – prosegue l’assessore - che, a differenza dei fontanelli messi da Acque in passato, dove il costo del servizio viene pagato da tutti i cittadini in quota parte nelle spese comprese nella tariffa, in questo caso paga soltanto chi usufruisce del servizio e non l’intera collettività. Inoltre, per venire incontro alle fasce sociali più deboli e alle famiglie in difficoltà economica, l’Amministrazione Comunale predisporrà a breve un regolamento per poter dotare le categorie meno abbienti di cittadini (da individuare tramite fasce di Isee) di tessere prepagate da distribuire gratuitamente. Concludo dicendo che l’intera gestione tutta la manutenzione dei macchinari che assicurano la qualità del servizio è interamente a carico del gestore per i prossimi 7 anni, quindi a costo zero per l’Amministrazione comunale".

Le due nuove Case dell’Acqua, che si aggiungono ai fontanelli di Acque Spa già presenti nei quartieri di Cisanello (Isola Verde) e Cep, erogano acqua dell’acquedotto comunale, mettendo a disposizione dei cittadini impianti di filtrazione e trattamenti opzionali di refrigerazione e di addizionamento di gas per fornire acqua gassata e refrigerata. L'accordo con il gestore, che è stato individuato tramite procedura di gara pubblica, prevede che Toscana Multiservizi gestirà gli impianti per un periodo di sette anni assumendo a proprio carico ogni onere e spesa per l’acquisto, l’installazione e la manutenzione degli impianti, oltre alla gestione del servizio di erogazione a pagamento dell’acqua.

"L’acqua – ha spiegato il tecnico del Comune Davide Bonicoli - viene prelevata dall’acquedotto, trattata attraverso una filtrazione meccanica e con una seconda filtrazione a base di ioni di argento che ha un’azione disinfettante, dopodichè viene refrigerata, addizionata di anidride carbonica e messa a disposizione per essere erogata ai cittadini. Per mantenere la qualità dell’acqua agli standard previsti, tutta l’attività di manutenzione dei macchinari, obbligatoria per legge, è a carico del gestore".

Il prezzo di erogazione è fissato in 5 centesimi di euro a litro per l’acqua naturale e 10 centesimi a litro per l’acqua gassata refrigerata. Il pagamento potrà essere effettuato con monete o con apposite schede prepagate con credito a scalare, acquistabili presso esercizi convenzionati della zona o direttamente dal fornitore del servizio. I fontanelli inaugurati oggi, forniranno il servizio in maniera gratuita fino al 30 ottobre, mentre dal 31 ottobre l’erogazione seguirà le tariffe indicate direttamente sulle Case dell’Acqua, dove sono affisse anche tutte le informazioni. Oltre al pagamento in monete, si potranno utilizzare le apposite tessere che attualmente sono in vendita a Riglione presso la tabaccheria "Non solo Tabacchi" in via Fiorentina e a San Giusto presso la Gelateria “Macrè” in via dell’Aeroporto (costo 10 euro, con 5 euro di credito) che possono essere ricaricate direttamente agli impianti di erogazione dell’acqua.

Per avviare questo nuovo servizio di erogazione dell’acqua, l’Amministrazione Comunale ha dato priorità ai quartieri che ancora ne risultano sprovvisti, ma si prevede poi di estendere il servizio alle restanti parti del territorio, da valutarsi sulla base dei dati che deriveranno dal monitoraggio del servizio.

Fonte: Comune di Pisa - Ufficio stampa



Tutte le notizie di Pisa

<< Indietro

pubblicità
torna a inizio pagina