Casa Caciolle, l'ultimo libro dell'ex ergastolano Giovanni Farina

sogni lucenti tra mura bianche di cemento giovanni farina

Giovedì 29 novembre, alle ore 18, presso i locali della comunità in via di Caciolle 7 sarà presentato l’ultimo libro di Giovanni Farina, ex ergastolano ostativo, “Sogni lucenti tra mura bianche di cemento” (edizione libriliberi). Un’iniziativa condotta in stretta collaborazione da Casa Caciolle, comunità di detenuti ed ex detenuti, e dall’associazione Progetto Firenze, che tra le varie questioni di cui si occupa,continua a mantenere alta l’attenzione sui problemi del carcere affinché questo della città resti parte integrante.

Interverranno:

Francesca De Carolis (curatrice del libro);

Rita Bernardini (presidenza del Partito Radicale);

Gustavo Leone (Associazione Liberarsi);

Luca Maggiora (referente dell’Osservatorio Carcere della Camera Penale di Firenze);

Don Vincenzo Russo (cappellano del carcere fiorentino di Sollicciano);

Introdurrà e modererà il dibattito, Massimo Lensi (Associazione Progetto Firenze).

La cittadinanza e la stampa cittadina sono invitate all’evento.

Giovanni Farina, pastore e poeta, sta scontando nel carcere di San Gimignano il 37° anno di detenzione. Protagonista di una vicenda giudiziaria complessa e controversa, nella quale si registrano, oltre alle due condanne, lunghi periodi di detenzione preventiva ed assoluzioni. Da anni si dedica alla scrittura. Tra i suoi libri: Nonostante i cacciatori di uomini. Autobiografia (2013); Poesie, Giuseppe Soffiantini pubblica alcune poesie di Giovanni Farina (2007); Aspettando il 9999 - Poesie e scritti dall’ergastolo e dal 41 bis (2015).

Fonte: Progetto Firenze - Ufficio Stampa

Tutte le notizie di Firenze

<< Indietro
torna a inizio pagina