Elezioni a Santa Croce, nel centrosinistra prove di intesa tra PD e socialisti

(foto gonews.it)
(foto gonews.it)

Il Partito Socialista Italiano e il Partito Democratico sono al lavoro a Santa Croce sull'Arno per stringere un'alleanza in vista delle prossime elezioni. Il centrosinistra si muove e, in attesa dell'apertura del comitato elettorale di Giulia Deidda, sembra esserci un'altra apertura, più metaforica, nei confronti dei socialisti. La stessa Deidda, al momento della presentazione della ricandidatura, aveva lasciato le porte aperte al PSI e il 'patto' sembra più raggiungibile del previsto.

I socialisti sono una fetta non trascurabile dell'elettorato a Santa Croce e Staffoli e ci tengono a far valere il loro peso. Ci sono stati incontri e consultazioni negli ultimi mesi e c'è più di uno spiraglio perché le due parti si presentino assieme in una lista di centrosinistra. Il PSI viene da cinque anni in cui non ha avuto un vero e proprio rappresentante in Consiglio - caso quasi unico se si guarda il secondo Dopoguerra - e nel 2014 ci fu qualche attrito che portò a un iniziale allontanamento. Adesso PD e PSI si sono riavvicinati, anche se i socialisti hanno una richiesta, stando a quanto si apprende da fonti vicine al partito.

Da parte del PSI ci sarebbe la volontà di avere una presenza qualificata nella prossima amministrazione comunale. Questo, ovviamente, nel caso la lista di centrosinistra riuscisse ad avere la meglio sugli avversari e a confermarsi alle urne. Dal PD non è arrivata ancora una risposta definitiva, ma i due gruppi si stanno impegnando a trovare un punto in comune.

Il programma del Partito Socialista Italiano per le prossime elezioni si articola su vari punti, ritenuti fondamentali: la tutela ambientale, a partire dalle Cerbaie fino ad arrivare alle opere minori di manutenzione; la sicurezza e la dignità nel centro storico di Santa Croce, per venire incontro a botteghe e residenti, magari creando pure nuovi parcheggi; la frazione di Staffoli, partendo dalla viabilità e arrivando al cinema di via del Vino, incognita da anni; l'attenzione verso gli sport giovanili (non solo calcio) e per il tempo libero per gli anziani; infine uno sguardo approfondito sulle attività di depurazione, con un occhio di riguardo al 'Tubone'.

Come detto, i rapporti sono di stima reciproca e tutto, al momento, fa pensare che l'intesa possa arrivare. Un altro tassello importante riguarda l'approdo di Nicola Zingaretti alla segreteria PD: il presidente del Lazio ha dimostrato di essere inclusivo verso tutte le forze del centrosinistra, questo comportamento potrebbe riproporsi anche nella politica locale. Si è visto, però, che i socialisti vogliono comunque far sentire la loro voce, in special modo in caso di vittoria alle elezioni del 26 maggio.

Gianmarco Lotti

Tutte le notizie di Santa Croce sull'Arno

<< Indietro
torna a inizio pagina