Campatelli racconta i primi giorni da sindaco di Certaldo: giunta top secret, ora occhi puntati su Mercantia

Giovanni Campatelli (foto gonews.it)

Continuano le interviste ai neosindaci eletti per l'Empolese Valdelsa e il comprensorio del cuoio. Dopo Francesca Giannì per Castelfiorentino e Linda Vanni per Montopoli, quest'oggi dagli studi di Radio Lady è passato Giovanni Campatelli, sindaco di Certaldo eletto con il centrosinistra al primo turno con il 51,2% dei voti.

Cosa si prova con la fascia tricolore indosso?

C'è stata la prima sensazione bellissima quando ho avuto la certezza del risultato finale. Poi siamo andati subito in via II Giugno e mi sono sentito abbracciato. Dire 'il sindaco di tutti' è abbastanza scontato, ma la sensazione è stata quella.

C'è stato uno scambio intenso con Giacomo Cucini, sindaco uscente?

Senz'altro. Come candidato 'civico' sono in controtendenza rispetto alle esperienze precedenti. In genere il nuovo sindaco è stato eletto dopo una precedente esperienza in giunta, e ha fatto scuola. Questo mi manca, mi posso permettere in questo modo di fare anche qualche appunto. Intendiamoci, sono convinto che Cucini abbia amministrato ottimamente, ma ho le mani meno legate rispetto a chi ha partecipato alla giunta.

Com'è stata questa campagna elettorale?

Quando mi sono trovato con i miei collaboratori per aspettare il risultato, ero tranquillissimo perché ero convinto di aver fatto una campagna elettorale corretta, che rappresenta la mia personalità. Ho conosciuto la gente, mi sono fatto conoscere per quello che sono e quindi è stata una bella sensazione, indipendentemente da come sarebbe andato il risultato. Ero con la coscienza tranquilla.

C'erano gli occhi puntati per Certaldo, primo comune finito al ballottaggio 10 anni fa, c'era questa proposta civica nuova di Pardo Cellini. A inizio campagna elettorale sentivi il peso del rischio di ballottaggio?

Effettivamente la lista civica di Cellini si è dimostrata effettivamente ben organizzata, forse all'inizio c'era meno timore di quella controparte che si è dimostrata quella vera, di controparte. Quando siamo arrivati alle ultime 5 sezioni e la media di quelle precedenti era 48,9%, lì mi sono sentito di fronte alla possibilità del ballottaggio e non ero assolutamente contento. Al ballottaggio inizia poi un'altra campagna elettorale.

Quali saranno i prossimi membri della giunta?

È ancora tutto top secret, il problema, rispetto in precedenza, è che non c'erano stati prima governi di coalizioni. La strada è diversa per la formazione di una giunta. In coalizione ci sono Pd, AVS e una lista civica. Bisognerà trovare la quadra, la procedura è diversa.

L'attività amministrativa è già cominciata?

Il problema principale è stata la dizione, firmerò Il Sindaco avv. Giovanni Campatelli (ride, NdR). Sono entrato nel pieno delle mie funzioni l'11 giugno, entro domani c'è la convocazione del Consiglio comunale che dovrà tenersi in una data nei successivi 10 giorni, è un termine ordinatorio, forse sforerò nei primi giorni di luglio. Per la giunta ci sentiremo tra qualche altro giorno.

Certaldo d'estate è soprattutto Mercantia: come sarà da sindaco?

La riunione plenaria per Mercantia è stata convocata per lunedì prossimo, con anche i responsabili degli uffici del Comune. Sarà un punto della situazione più che altro per me, come sindaco da poco più di una settimana voglio sentire da chi ha partecipato. Qualche problema c'è per i lavori che ci sono nella parte bassa di Certaldo, in concomitanza per i lavori di rifacimento di piazza Boccaccio.



Tutte le notizie di Certaldo

<< Indietro

torna a inizio pagina