Elezioni a Fucecchio, il centrodestra unito sostiene Sabrina Ramello: "Vinceremo al primo turno"

(foto gonews.it)
(foto gonews.it)

"Uscire dall'Unione dei Comuni per quanto concerne la polizia municipale, rivedere il contratto con Alia, istituire un assessorato alla sicurezza", si presenta con queste tre priorità Sabrina Ramello, candidata a sindaco a Fucecchio col centrodestra. Ha sciolto le riserve da poche settimane ma solo oggi, martedì 9 aprile, si è presentata ufficialmente parlando del programma. Assieme a lei il designato vice sindaco Marco Cordone, il quale non ha dubbi: "Vinceremo al primo turno".

Il vento è diverso nell'Empolese Valdelsa e nella Zona del Cuoio e di certo non da oggi. In virtù di questo cambiamento, il centrodestra sogna di fare come a Cascina o Pisa e, quindi, prendersi la maggioranza. "La candidatura di una donna è un bel segnale, puntiamo su Fucecchio e lavoriamo tutti assieme. L'Empolese Valdelsa è stato trascurato dal PD" sono appunto i concetti espressi da Federico Pavese, portavoce FdI Empolese Valdelsa, Paolo Giovannini, coordinatore FI nel Fiorentino, e Alessandro Scipioni, segretario provinciale fiorentino della Lega e candidato a Vinci.

L'"approssimatività dei governi del PD", come l'ha definita il capogruppo FI in Consiglio a Fucecchio Simone Testai, è stata al centro della presentazione odierna. Parte Cordone e non risparmia critiche all'attuale sindaco: "Saremo presenti sul territorio, perché le frazioni valgono il centro. Spinelli si fa appoggiare da liste civiche, ma si ricorda di avere la tessera del PD? Anche noi siamo 'civicità', società civile".

Sabrina Ramello prosegue, mettendo in fila quelle che a suo parere sono le problematiche principali: "Vogliamo uscire dall'Unione dei Comuni per ciò che concerne la polizia municipale, servono più agenti. I cittadini pagano troppo di Tari, quindi il contratto di servizio con Alia va ridefinito e non è detto che Fucecchio possa rimanere nell'attuale Ato. La sicurezza è un tema sentito e importante, specie nelle frazioni, bisogna cambiare e per farlo istituiremo una figura strutturata, un assessore con deleghe anche all'immigrazione e alla polizia municipale".

Nelle ultime settimane uno dei punti focali del dibattito politico è stato il Palio, a tal proposito Ramello aggiunge: "Vive grazie all'impegno delle Contrade e quindi è bene premiarle. Va valorizzato per farlo conoscere in Italia e nel mondo, quindi creare un'occasione di ricchezza. Alle Contrade va data più libertà di decidere, oltre a contributi a seconda di necessità e esigenze".

"Si avvertono degrado e impoverimento, per questo dico ai fucecchiesi 'basta votare chi non amministra nel vostro interesse'. La sinistra è stata controproducente, non ha arginato la crisi. Vogliamo mettere al primo posto il cittadino, ridare qualità e serenità alla gente" è la chiosa di Ramello.

Avvocato 51enne, Ramello ha lavorato per dieci anni con Codacons. Vive a Fucecchio e nella città di Montanelli ha iniziato la sua carriera politica, sempre in Forza Italia: nel 2014 fu in lista con l'allora candidato Simone Testai, nel 2015 si presentò alle regionali e l'anno successivo è diventata coordinatrice comunale di FI. Oltre a lei per la carica di sindaco correranno l'attuale primo cittadino Alessio Spinelli, la lista civica di Valentina Carmignani e la sinistra con Manuele Vannucci.

 

Gianmarco Lotti

Tutte le notizie di Fucecchio

<< Indietro
torna a inizio pagina